Ieri, a Live-Non è la D’Urso, Mercedesz Henger, è stata di nuovo ospite del salotto di Barbara D’urso che, ultimamente, non sta vivendo dei bei momenti, nella fattispecie parliamo di ascolti, figli di alcune polemiche sorte nel tempo, ma, soprattutto, dopo aver avuto in studio Vittorio Sgabri e Vittorio Feltri ( a sto punto sarà proprio il nome ad essere problematico), i quali hanno avuto parole, per cosi dire “poco edificanti” nei confronti di Luxuria (il primo) e dei gay in genere (il secondo).

Ma che il programma si basi su storie alquanto trash, è noto, va da sé, perciò, che chi accetta di parteciparvi, sa già che non andrà ad affrontare tematiche sui massimi sistemi, e che debba aspettarsi di tutto.

Mercdesz Henger, è stata poche settimane fa, protagonista di una storia di presunte violenze su di lei da parte del fidanzato, Lucas Peracchi, storia peraltro denunciata ai giornali, proprio da sua madre, Eva Henger, ex pornostar ed ex concorrente de L’Isola Dei Famosi, luogo in cui fece scoppiare il canna gate, dove accusò il naufrago Francesco Monte di aver fatto uso di droghe. Una bruttissima pagina che si è poi conclusa con l’insabbiamento della stessa, o, per meglio dire, a tarallucci e vino (ma, forse è meglio così).

Il salotto della D’Urso è preposto ad essere il posto in cui ci si sieda per sviscerare tutti i segreti di famiglia, mettendo in atto delle vere e proprie soap opera degne di Beautiful. Ma, come detto, al trash non c’è mai fine, e, di sicuro, non da Barbara.

Come dicevamo, ieri sera, Mercedesz Henger, mano nella mano con il fidanzato Lucas, si è vista protagonista di un’ennesima storia che ha “dovuto” raccontare proprio sul divano più chiacchierato della tv. La ragazza ha dovuto ammettere pubblicamente di non essere la figlia biologica di Riccardo Schicchi e di essere figlia di un uomo ungherese, con cui, in passato, ha avuto un solo contatto telefonico.

Una situazione di cui Mercedesz, quindi, era a conoscenza già da tempo, e che, solo in pochi, e strettamente legati alla famiglia, sapevano. Come e perché sia trapelata ora questa vicenda non è dato saperlo, ma la ragazza si dice sicura di sapere il nome di chi vuole metterla in difficoltà, nome che la figlia di Eva non vuole dire, ma ci ha tenuto a comunicare, attraverso le telecamere, ed in lacrime, proprio al diretto interessato, di sapere chi è e che non riuscirà ad intaccare la sua serenità.

Nel frattempo, però, Eva su instagram, molto arrabbiata ha fatto sapere: «Mi dissocio totalmente da ciò che è successo ieri, l’ho trovato di un cattivo gusto enorme. Riccardo è stato un padre esemplare, ha dato la sua vita ai figli. Riccardo voleva che non si parlasse mai di questa cosa in pubblico».
E, ancora: «Tutti i collaboratori, gli amici, i familiari miei e di Riccardo sapevano perfettamente la verità. Però Riccardo ha chiesto che mai venisse detto pubblicamente, perché lui era orgoglioso di essere il padre di Mercedesz e non avrebbe mai voluto essere derubato dal suo ruolo, come è stato fatto ieri».

Continuando, poi così: «Se l’avesse sentito proprio dalla persona cui ha dedicato la sua vita, Riccardo ieri sera sarebbe morto una seconda volta. Quando Mercedesz ha iniziato ad andare a scuola aveva un cognome diverso e tutta la scuola ha saputo la verità. Questo per spiegarvi che quella favola delle 4 persone non è vera» – ha spiegato l’ex pornodiva – «Mi sono sfogata qui ma io non andrò da nessuna parte a parlare di questa cosa perché finisce qui per me. Mercedesz è caduta proprio in basso. Le ho scritto prima delle trasmissione, le ho detto: “Mercedesz, questa cosa è un boomerang, non lo devi fare”. Ovviamente non sono stata ascoltata e non ho ricevuto risposta».

 

Noi auguriamo alla ragazza di non perdere la serenità, come le auguriamo, magari, di lavarsi i prossimi panni sporchi direttamente tra le mura di casa sua…

 

 

 

 

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


TV, Canale 5. Uomini e Donne. Riccardo “rispetta” Ida e lei e opinionisti lo massacrano. Ma, è giusto?

Cinema. Parasite: la storia intricata di Bong Joon-ho che supera la commedia e affronta tematiche attuali