Padre Carlasse è originario di Schio, in provincia di Vicenza, ma da anni opera come missionario in sud Sudan. Appartenente dell’istituto dei Missionari comboniani del Cuore di Gesù, fondati a metà ‘800 da padre Comboni per l’evangelizzazione dell’Africa, è stato nominato l’8 marzo da Papa Francesco vescovo di Rumbek, sede rimasta vacante dal 2011.

L’agguato è avvenuto trenta minuti dopo la mezzanotte ad opera di due persone armate, irrotte nella casa di don Christian Carlasse e malmenando lui e la suora lì presente. Hanno poi sparato alle gambe al padre, e sono fuggiti. «Stando alle prime notizie l’attentato era stato pianificato per spaventarlo in modo che non venga consacrato vescovo» spiega in una nota l’Agenzia Fides. A breve è infatti prevista la consacrazione ufficiale a vescovo, che renderà Christian Carlasse il monsignore più giovane al mondo, con soli 43 anni di età.

I fedeli di Rumbek, a maggioranza di etnia dinka , avevano accolto il padre lo scorso 16 aprile. Prima di arrivare lì però Carlassare aveva già operato per quindici anni assieme all’altro gruppo etnico preponderante nel paese, i Nuer. «Pregate non tanto per me ma per la gente di Rumbek che soffre più di me» ha dichiarato il padre al giornale locale Nigrizia.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: Facebook

TAG:
sud sudan

ultimo aggiornamento: 26-04-2021


Assembrati al bancone del bar e senza mascherine: carabinieri multano poliziotti

Chernobyl, l’Ucraina vuole trasformare la centrale in Patrimonio UNESCO