Chioggia (Venezia) gli inquirenti indagano su ipotesi di maltrattamenti in famiglia ad una bambina di 5 mesi che si trova in ospedale da due settimane in terapia intensiva con emorragia cerebrale. La piccola sarebbe anche risultata positiva all’esame del capello, per quanto riguarda la presenza di cocaina, anche se sembra che la bimba non abbia assunto direttamente tale sostanza, ma sia stata contaminata.

All’arrivo al pronto soccorso di Chioggia,  la bimba stava male, vomitava, sembra che avesse subìto un brutto colpo alla testa, causato probabilmente da uno «scuotimento» particolarmente violento. La situazione nel giro di due giorni è diventata drammatica, tanto che, la piccola è stata trasferita in codice rosso con l’eliambulanza a Padova in un settore pediatrico speciale attrezzato per affrontare i casi più disperati.

L’ospedale di Padova nei giorni seguenti ha fatto sapere che la bambina è sotto controllo, sedata e da segnali di lievi miglioramenti, anche se per ora è impossibile ipotizzare che non vi siano eventuali danni neurologici e cerebrali. La bambina vive con la madre. Dato il sospetto degli inquirenti,  per la piccola sarebbe stato attivato un percorso sanitario dedicato ai bambini che hanno subìto maltrattamenti. Sono stati ascoltati sia il padre che la madre, ma è ancora da chiarire sia l’aspetto del trauma cranico, sia l’aspetto della droga.


Milano, esplode batteria del cellulare di uno studente: inferno in classe, 8 feriti

Game of Thrones tour location: Irlanda del Nord