Almeno 400 i ragazzi dispersi dopo un attacco dei terroristi nello stato nigeriano di Katsina. Un commando armato, stando alle ricostruzioni, è entrato nell’istituto Government Science di Kankara, dove il personale di sicurezza, attendendo l’arrivo degli agenti, è riuscito a trattenere in parte i terroristi, e a far fuggire almeno 200 ragazzi.

Sabato, il capo della polizia federale ha descritto l’accaduto, e come all’arrivo degli agenti ci sia stato un violento scontro a fuoco coi malviventi. Ma adesso, degli 800 ragazzi presenti nell’istituto nel momento dell’attacco, sono molti quelli che mancano all’appello, anche se, secondo la polizia, parte di essi non sarebbero stati catturati dal commando, ma si sarebbero dispersi nei dintorni cercando la salvezza.

Nessun gruppo criminale ha rivendicato l’accaduto, tantomeno i jihadisti di Boko Haram, e la polizia ha mantenuto riservati alcuni punti delle dinamiche dell’attacco. I sospetti sono molti però, visto che proprio venerdì il procuratore della Corte penale internazionale (Cpi), Fatou Bensouda, ha annunciato che sarà avviata un’inchiesta ad ampio raggio sui “crimini di guerra e contro l’umanità commessi durante il conflitto con Boko Haram”.

 

TAG:
nigeria terrorismo

ultimo aggiornamento: 14-12-2020


Cinema. “The Gray Man”

E’ guerra aperta tra Luciana Littizzetto e Wanda Nara: “Sessista io? Ad ogni azione una reazione, punto”