Molti non sanno perché si festeggia Santo Stefano

Tutti sanno che Santo Stefano è il 26 dicembre perché nel calendario è un giorno rosso e prolungare il Natale con un giorno in più di festa non dispiace proprio a nessuno.

La festa di Santo Stefano è stata riconosciuta in Italia a partire dal 1947, al fine di rendere ancora più solenni le celebrazioni del Natale e della nascita del Figlio di Dio.

Ma chi era Santo Stefano?

Inizialmente si pensava fosse Greco (Stefano in greco significa “coronato”) ma molto più probabilmente era ebreo. Ad ogni modo fu uno dei primi giudei a diventare cristiano e discepolo degli Apostoli.

Apparteneva alla prima comunità cristiana che applicò la “carità fraterna”. I beni venivano messi in comune con gli altri, e ad ognuno veniva distribuito equamente quanto bastava per sopravvivere. Stefano si occupava dell’amministrazione dei beni comuni e si prodigava nell’annuncio della buona novella tanto attirare le ire dei giudei che lo lapidarono a morte. E così divenne il primo Martire. Le sue ultime parole furono “Signore, non imputar loro questo peccato”. Le stesse parole di Gesù in croce.

 

Nel 415 furono ritrovate le sue reliquie, e più tardi una parte di queste fu portata nell’isola di Minorca. Molti miracoli avvennero grazie a questo ritrovamento. Poi, la maggior parte di esse, fu razziata dai crociati nel XIII secolo, e così molte finirono in Europa, sebbene non si sia riusciti ad identificarle dai tanti falsi.

La sua festa è da sempre stata celebrata il giorno dopo il Natale. Si osserva questa festa anche in altre nazioni come Austria, Germania, Irlanda, Danimarca, Catalogna, Croazia e Romania. Molte sono le chiese, basiliche, cappelle e comuni che portano il suo nome.

In alcuni comuni si organizzano delle vere e proprie feste nelle piazze nel giorno di Santo Stefano, per ricordare il primo Martire che ha testimoniato la propria fede in Cristo e si è prodigato per la diffusione del Vangelo.

Per molti è anche un’occasione in più per ritrovarsi in famiglia e fare delle ricche abbuffate per cui…tanti auguri e attenti alla linea!

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Arte. Ce la farà la Francia a riscattare il “Cristo deriso”?

News. Foto di Natale, è sfida tra i reali britannici