Un tam tam di telefonate, poi la conferma, era morto proprio lui, Gianmarco Verdi

Ventun anni e tanti sogni nel cassetto Gianmarco Verdi, alcuni di questi, già coronati nella sua breve vita. Breve si, perché Gianmarco si è accasciato improvvisamente mentre era seduto a tavola al ristorante con gli amici a Torre Maina, frazione di Maranello (Modena). Brevi istanti, la disperazione degli amici increduli, la chiamata al 118 e poi la corsa all’ospedale.

Non ce l’ha fatta Gianmarco, sabato notte ci ha lasciati lo studente modello di Giurisprudenza, con una grande passione per l’atletica leggera. Anni di sacrifici, gli erano valsi la partecipazione ai Mondiali studenteschi di corsa campestre 2018, a Parigi, insieme ad altri 5 ragazzi italiani. In quell’occasione Gianmarco e i suoi compagni sono stati gli unici a vestire i panni della Nazionale italiana.

Frasi di cordoglio arrivano dal mondo dello sport, dai professori e dal Sindaco, a ricordare quello che si poteva proprio definire ‘un bravo ragazzo’. I parenti e la fidanzata sono sotto shock; Un malore, un collasso, poi la morte, gli ha strappato quel ragazzo che amavano. Figlio dell’imprenditore e  presidente del Pavullo FC Ciro Verdi, Gianmarco aveva da sempre condiviso col padre la passione per lo sport.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

foto tratta dal profilo Facebook di Gianmarco Verdi


Game of Thrones tour location: Irlanda del Nord

La vergogna di Roma, imbrattata con svastiche la tomba del piccolo Alfredino che morì nel pozzo