E’ arrivato il freddo, un po’ in ritardo bisogna dire, ma nelle case si inizia già a sentire il bisogno di accendere un po’ il riscaldamento e la gente si sta già chiedendo quando, secondo la legge (D.P.R 412/93) o, in caso di situazioni climatiche straordinarie, secondo le varie ordinanze comunali, sia possibile farlo.

Si rammenta innanzitutto che al fine di contenere la spesa e non danneggiare l’ambiente, esiste un limite da non superare, si tratta di 20 gradi, con due gradi di tolleranza per abitazioni, scuole e uffici, 18 gradi per capannoni artigianali e industriali.

Ed ecco a seguire, l’elenco città per città con le date di accensione e la durata oraria in base alle diverse zone climatiche, in cui è possibile accendere la caldaia condominiale.

Zona climatica A – Dal 1 dicembre al 15 marzo, per 6 ore giornaliere (Comuni di Lampedusa e Linosa; Porto Empedocle).

Zona climatica B – Dal 1 dicembre al 31 marzo, per 8 ore ogni giorno (Agrigento; Catania; Crotone; Messina; Palermo; Reggio Calabria; Siracusa; Trapani).

Zona climatica C – Dal 15 novembre al 31 marzo, per 10 ore giornaliere (province di Imperia; Latina; Bari; Benevento; Brindisi; Cagliari; Caserta; Catanzaro; Cosenza; Lecce; Napoli; Oristano; Ragusa; Salerno; Sassari; Taranto).

Zona climatica D – Dal 1 novembre al 15 aprile, per 12 ore al giorno (Genova; La Spezia; Savona; Forlì; Ancona; Ascoli Piceno; Firenze; Grosseto; Livorno; Lucca; Macerata; Massa C.; Pesaro; Pisa; Pistoia; Prato; Roma; Siena; Terni; Viterbo; Avellino; Caltanissetta; Chieti; Foggia; Isernia; Matera; Nuoro; Pescara; Teramo; Vibo Valentia).

Zona climatica E – Dal 15 ottobre al 15 aprile per 14 ore nell’arco di una giornata (province di Alessandria; Aosta; Asti; Bergamo; Biella; Brescia; Como; Cremona; Lecco; Lodi; Milano; Novara; Padova; Pavia; Sondrio; Torino; Varese; Verbania; Vercelli; Bologna; Bolzano; Ferrara; Gorizia; Modena; Parma; Piacenza; Pordenone; Ravenna; Reggio Emilia; Rimini; Rovigo; Treviso; Trieste; Udine; Venezia; Verona; Vicenza; Arezzo; Perugia; Frosinone; Rieti; Campobasso; Enna; L’Aquila e Potenza).

Zona climatica F – Non ci sono limitazioni di tempo né orario (province di Cuneo, Belluno e Trento).

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
freddo maltempo riscaldamento

ultimo aggiornamento: 12-10-2020


Quarantena e isolamento fiduciario: le nuove tempistiche decise dal Cts

Pronto il nuovo lockdown, avrà tre livelli: medio, alto e molto alto. Oggi l’annuncio del primo ministro britannico