La donna ha effettuato un bonifico bancario su un iban che le è stato fornito, ma il frigo non è mai arrivato

Come si apprende da La Stampa, la Procura di Milano ha aperto un’indagine, dopo la denuncia sul raggiro subito da una donna di 69 anni, per l’acquisto di un frigorifero su Amazon. Il colosso dell’e-commerce è totalmente estraneo alle indagini.

La donna ha pagato con la sua carta 559 euro per il frigorifero proveniente da un rivenditore tedesco, ma poi Amazon le ha comunicato la cancellazione dell’ordine e le è stato accreditato il rimborso.

Poco dopo, però, la signora ha ricevuto una nuova mail che sembrava sempre arrivare dal venditore tedesco. Le è stato detto che poteva rinnovare l’ordine allo stesso prezzo e che le avrebbero mandato il frigo.

La donna in buona fede, come richiesto dal venditore, ha effettuato un bonifico bancario su un iban che le è stato fornito, ma il frigo non è mai arrivato, perché quella nuova mail proveniva da un finto venditore. Una truffa che, è l’ipotesi degli inquirenti, potrebbe essere stata effettuata hackerando le credenziali dell’acquirente.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
AMAZON Truffa

ultimo aggiornamento: 06-02-2021


“SANREMO SIAMO NOI”. Domenica 7 febbraio dalle 20.30 la prima puntata su Sport2U: la web TV di OA Plus e OA Sport

Giallo di Bolzano, trovato il corpo di Laura Perselli