Gli agenti hanno fermato il 48enne alle 2 di notte. Una settimana lontano da casa. Multa per la violazione del coprifuoco

Smaltire la rabbia

Una passeggiata, intrapresa per smaltire la rabbia dopo l’ennesimo litigio con la moglie, durata 450 Km. Iniziato a Como e finito a Fano, il cammino è durato una settimana. Protagonista della singolare vicenda un 48enne. A trovarlo casualmente, alle 02:00 di notte, sono stati dei poliziotti che effettuavano controlli su strada per verificare il rispetto del coprifuoco imposto dalle normative anti-Coronavirus. L’uomo, che camminava sul bordo della strada, è stato portato in commissariato, dove si è scoperto che mancava da casa da 7 giorni. Il protagonista della vicenda è stato anche multato per la violazione delle restrizioni.

Come riportato da “Il Resto del Carlino“, quando le forze dell’ordine hanno fermato “il camminatore” all’altezza di Gimarra (Fano), era lucido e ben orientato, ma affaticato ed infreddolito. Una volta in commissariato, ha raccontato la sua “avventura” ai poliziotti.

“Sono venuto a piedi fin qui. Non ho usato nessun mezzo. In questi giorni ho mangiato e bevuto perché la gente che ho incontrato lungo il cammino mi ha offerto acqua e cibo. Sto bene. Sono solo un po’ stanco”.

La moglie, che era andata in questura a Como per denunciare la scomparsa del marito, avvisata dagli agenti si è recata a Fano per recuperare il compagno.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
Como lite moglie marito Como

ultimo aggiornamento: 01-12-2020


La fabbrica dei sogni di Chiara Sani. Mi chiamo Elliot!

Giappone: preoccupante aumento dei casi di suicidio