Catherine Spaak torna a far parlare di sè e lo fa lasciando il segno, giusto per ricordare che lei ancora c’è. In un’intervista al settimanale Gente di qualche giorno fa, l’attrice nata in Francia, ma naturalizzata italiana, ha fatto nomi e cognomi di personaggi famosi che hanno segnato, nel bene e nel male, la sua carriera.

Racconta di un Mario Monicelli volgare e per cui provava terrore e di un Ugo Tognazzi pronto a farle le avances sul set de La Voglia Matta che, sentitosi rifiutato, la scaraventò fuori dalla macchina in cui salirono assieme.

Ma il culmine, la Spaak, lo ha raggiunto negli studi di Forum che ha condotto dal 1985 al 1988, quando rifiutò la corte di un personaggio potente e che le causò l’allontanamento dal programma. L’attrice, dopo questo episodio, cercò un rilancio andando all’Isola Dei Famosi, ma anche lì, le cose non andarono propriamente bene e abbandonò l’Honduras alla prima diretta con queste parole:

“Io mi trovo davvero in grande difficoltà, lo sono stata sin dall’inizio e devo dire che quando, una settimana fa, abbiamo preso questa barca sotto la pioggia per raggiungere l’Isola, non sapendo neanche se saremmo tornati indietro, è successo qualcosa che mi ha fatto stare molto male”.

Cosa sia stato a farla stare molto male, ad oggi, non è dato saperlo. Sta di fatto che l’attrice ha dichiarato che, anche in quella occasione, l’Azienda l’ha profondamente delusa.

Ospite di Eleonora Daniele, a Storie Italiane, Catherine Spaak, ha mostrato un altro volto: quello della malattia che l’ha colpita e che la sta spingendo a parlarne per cercare di dare forza a chi la ascolta. Ospite per presentare l’uscita del prossimo film, La Vacanza, ha dichiarato:

“Non sono venuta qui solo per parlare del mio film. Voglio che alle persone arrivi un messaggio: se siamo malati non dobbiamo vergognarci. Un’emorragia non fa piacere a nessuno, ma oggi qui con il sorriso, con la capacità di ragionare e di parlare, ma anche di ribellarmi. Non ho perso la mia grinta e il mio coraggio. Dico a tutti che si va avanti”.

Conseguentemente alle cicatrici causate dal bruttissimo episodio, la Spaak, che ha compiuto 75 anni ad Aprile, ha anche sofferto di crisi epilettiche e ha tenuto ad incoraggiare quanti hanno avuto la sua stessa esperienza a non nascondersi e a non provare vergogna.

 

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

 

 

 

Crediti Foto: ilmegliodelledonne_/instagram


Compleanno Hugh Grant, anche a 60 anni si può essere un sex symbol

SUPER TORMENTONE: “Luna” di Gianni Togni VS “Sai che è un attimo” di Paola Turci – Vota il tuo preferito