Si è spento ieri notte, all’età di 60 anni, Joe Amoruso, pianista, tastierista, compositore e colonna portante dello storico gruppo alla testa di Pino Daniele formato anche da Tullio De Piscopo, James Senese, Tony Esposito e Rino Zurzolo. A portarsi via il musicista non è stato il Covid-19, ma le complicazioni di un’emorragia cerebrale a causa della quale Amoruso era ricoverato da tempo all’Ospedale del Mare. A dare notizia della morte del pianista è stato il fratello Arturo, che lo ha assistito insieme alla madre e alla sorella in questi due anni, da quando era stato colpito dall’emorragia cerebrale.

Originario di Boscotrecase ma residente con la famiglia a Boscoreale, nel 2017 Amoruso si stava esibendo come ospite d’onore al Francigena Wine Festival, nell’auditorium di Lesina, in provincia di Foggia, quando si era sentito male ed era stato costretto ad interrompere il concerto. Amoruso ha accompagnato Pino Daniele e la sua band in Lp storici come “Nero a metà” (1980), Vai mo’” (1982), “Bella ‘mbriana” (‘82) e “Musicante” (‘84). Come James Senese, Tullio De Piscopo, Tony Esposito e Rino Zurzolo, dopo lo scioglimento del super gruppo verace, ha ritrovato Pino nell’operazione «Ricomincio da 30» del 2008, per non lasciarlo più, fino alla sua scomparsa, il 4 gennaio 2015. Nel frattempo, aveva inciso anche un album solista, «Rosa del mare di mezzo», e collaborato come autore, arrangiatore, produttore, turnista con Roberto De Simone, Roberto Murolo, Consiglia Licciardi, Andrea Bocelli, la Premiata Forneria Marconi, Zucchero Fornaciari e Vasco Rossi. Con James, Tullio De Piscopo e Tony Esposito si era ritrovato nella chiesa degli Artisti nel 2017, per dire addio a Rino Zurzolo, il contrabbassista di quel dream team verace, tutti musicisti straordinari tecnicamente, ma, soprattutto, dotati di un sound inimitabile, capace di unire le radici partenopee alle musiche del mondo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

 


“Ciao Marina voglio pensarti col tuo adorato figlio adesso”, così Giorgia saluta la mamma di Alex Baroni

Coronavirus, stato di emergenza fino al 31 luglio. Conte: “non è scontato che si debba arrivare fino a quella data”