Nelle terre piacentine, lungo la “Strada Provinciale di Val Nure”, il grazioso villaggio di Grazzano Visconti “custodisce” il binario 9 3/4 italiano. Il tempo, nel borgo, sembra essersi fermato al Medioevo. Se siete fan di “Harry Potter”, non potete proprio perdervi questo luogo!

Fratelle e sorelli d’Italia, amanti della magia di tutto lo “Stivale” benvenuti in questo nuovo articolo! Oggi, cari “Nerd in Viaggio”, voliamo (rigorosamente a bordo di una Nimbus 2000) verso Hogwarts…

Grazzano Visconti

Coraggio, per alzata di mano: “Chi non crede che viaggeremo realmente verso Hogwarts?!”.

Cavolo! Siete in tanti! Ok ok, allora mettetevi comodi! Si, anche tu che ti sei appena seduto sul water!

Imbracciamo la “Nimbus 2000” e partiamo…

Tra Podenzano e Vigolzone, lungo la “Strada Provinciale di Val Nure”, si trova Grazzano Visconti: il suggestivo villaggio riconosciuto come “Città d’arte” dalla Regione Emilia Romagna. Alle porte del borgo, un pratico parcheggio (4€ al giorno per auto/scope) consente, in tutta tranquillità, di sostare il proprio mezzo. All’interno delle mura, il tempo sembra essersi fermato al Medioevo anche se, in realtà, così non è. Quasi tutte le costruzioni, infatti, sono state realizzate, per volontà della famiglia Visconti, nel corso del Novecento: dal castello alle torri merlate, dagli edifici comuni alle botteghe. Statue e fontane, come nelle migliori fiabe, rendono incantato il parco che “incornicia” il paesaggio. A proposito di leggende, pare che all’interno del maniero vaghi lo spirito di Aloisa, sposa di un capitano di milizia morta di gelosia (e dolore) per i continui tradimenti del marito.

La magia che…

Come dite?! VA BENE VA BENE arrivo al dunque e vi racconto del binario 9 3/4 qui custodito. Non aggreditemi, sono solo un narratore! Cercavo di creare un pò di suspense! Comunque, perché non prendete in considerazione l’idea di sorseggiare una camomilla?!

Emporio Stregato

Se siete fan di “Harry Potter”, un locale (su tutti) non mancherà di rapire la vostra attenzione: “Emporio Stregato”. L’iconico cartello “Binario 9 3/4” e il carrello per metà incastonato nel muro, rappresentano i magici riferimenti. La proprietaria, da me contattata (leggasi “tartassata”) su Instagram, si è resa immediatamente disponibile per una “””piccola””” intervista (poi trasformatasi in una ripresa cinematografica con tanto di “ciak”) sulla sua strepitosa attività. Oggi, dunque, vi porto nel “dietro le quinte” della Hogwarts italiana (ma figuratevi! Non rigraziatemi! Lo faccio volentieri). Bene, procediamo! Varco la porta d’ingresso e passo la tastiera a Denise…

Ciao amici! Benvenuti! Voglio rammentarvi, per prima cosa, di leggere gli articoli di Bruno! Sono strepitosi!

OK OK SCUSATE! Mi avete “beccato”! Sono sempre io! Va beh, ci ho provato! Lascio ora la “parola” sul serio a Denise…

Ciao amici! Benvenuti da “Emporio Stregato”: il mondo che ho creato per farvi vivere la magia di Hogwarts!

Io, ancora una volta, ti ringrazio per la tua ospitalità/disponibilità. Sono un “tipo” molto perspicace, quindi suppongo (ma ho qualche dubbio onestamente) che tu non sia una fan di “Harry Potter”, giusto?!

Esattamente! La saga mi ha lasciato totalmente indifferente! Al punto tale da aprire un negozio monotematico. 

Sei originaria della zona o hai scelto Grazzano per un motivo particolare?

Sono originaria di Milano. Da alcuni anni vivo qui e da quattro, in particolare, ho avviato questa attività. Grazzano “parla da sola”, mi colpì fin da piccola quando venni in visita coi miei genitori. Per un locale a tema “Harry Potter”, credo sia una location perfetta!

Quanti store di “Harry Potter” sono presenti nel nostro Paese?

Il mio è stato il primo, ora ce ne sono vari. Se parliamo di locali monotematici, però, sono ancora l’unica in Italia.

Wow complimenti! Immagino si debbano richiedere licenze…

La “Warner Bros”, ad esempio, permette tranquillamente di distribuire il loro merchandise, a patto che nel tuo locale siano presenti solo “gadget ufficiali”. Nel caso in cui, ad esempio, si voglia anche utilizzare un nome (o un termine) proveniente dal saga, allora si deve pagare (prezzo molto salato) per il copyright.

Facciamo un tour dello store, ti va?!

Certamente

Devo proprio ammetterlo, è una “gioia per gli occhi”! In pratica è possibile trovare tutto il necessario per le lezioni di magia a Hogwarts…

Esattamente! Dalla lettera di ammissione al vestiario per le lezioni, dall’attrezzatura per il Quidditch alle bacchette magiche, dalle mandragore alle cioccorane passando per la burrobirra.

A proposito di bacchette magiche, suppongo tu fornisca anche suggerimenti. Magari guidando i/le futuri/e maghi/e nella scelta…

Beh, innanzitutto, è la bacchetta a scegliere il/la mago/a sig. Potter! 

Ho commesso il tipico errore da babbano…

Quindi sarà proprio quest’ultima a scegliervi! Qui abbiamo tutto il necessario per far si che ciò possa avvenire!

Suppongo che gli amanti della magia non conoscano confini regionali, giusto?!

Arrivano, nel mio store, visitatori da tutta Italia. Sono capitati, da queste parti, aspiranti maghi/e dalla Sardegna e anche dalla Puglia. 

Fantastico! “Tu chiamale, se vuoi, soddisfazioni”…quasi CIT

Più che vendere gadget, cerco di regalare emozioni: un’autentica “experience”. Alcuni clienti, giunto il momento di abbandonare il mio locale, hanno pianto. Per i più “piccini”, poi, varcare la mia porta d’ingresso significa entrare (per davvero) in un mondo magico!

Questo rende davvero onore al tuo operato! Se posso permettermi, aggiungerei che anche per i più grandi è notevole l’incanto nel superare quella porta!

Grazie mille!

Era dai tempi del “Game of Thrones tour” in Irlanda del Nord che non effettuavo un “viaggio Nerd” così affascinante! Ma, siccome dopo un pò l’ospite puzza (e ho notato che ti sei già messa una “molletta” nel naso) saluterei tutti i lettori. Ovviamente, solo dopo averti ringraziato per il tempo dedicatomi. A proposito di “experience”, è giunto per me l’agognato momento dello shopping! Dopo ripetuti smistamenti online, sono sempre risultato un “Serpeverde”. Poco male, anzi! Adoro quella casata! Dopotutto, perfino Merlino lo era!

Grazie a tutti voi! Ho in mente alcuni progetti futuri che, una volta realizzati, potrebbero condurre i/le maghi/e a Grazzano con più facilità. Vi terrò aggiornati! Ma ora, sig.Bruno, andiamo! I “Serpeverde” ti attendono! Mi raccomando, ricordati la sciarpa: come noto, gli inverni ad Hogwarts sono molto freddi!

P.S. Lascio, in fondo all’articolo, il video che io e Denise abbiamo girato presso “Emporio Stregato”, non potete mancare di osservarlo! Un tour nel suo store con tanto di prova della bacchetta magica. La proprietaria, inoltre, ci mostrerà tutti i suoi poteri! Tra l’altro, non dovrei dirlo, ma quella interpretazione ci è valsa l’ingaggio per la nuova serie TV (in uscita) di “Harry Potter”. Faremo parte del cast! Lei interpreterà una potente maga dei “Tassorosso”, io porterò le bottigliette d’acqua (ma anche il caffè eh) ai registi. Figo no?!

Informazioni utili:

  • a tavola, da queste parti, imperdibili i tortelli con la coda (De.Co. del Comune di Vigolzone) si gustano in tutti i ristoranti
  • il borgo di Grazzano Visconti è sempre aperto e vi si può accedere liberamente
  • il castello può essere visitato solamente partecipando ad una visita guidata (3 tipologie): 1- parco del castello, 2- castello e 3- parco e castello
  • ingresso e visita presso “Emporio Stregato”, libero…anche per i babbani

 

Arrivederci al prossimo articolo!

Dal testo alle immagini, ecco la mia giornata alla Harry Potter

“Sbircia” le mie avventure sui canali social (Tutti i miei profili sono senza olio di palma)


Le mie scarpe per il Cammino di Santiago (1500 Km dopo)