Scopriamo chi vince la quinta sfida degli ottavi di finale di “Vorrei cantarti fra cent’anni”  tra Mia Martini e Elisa

Vorrei cantarti fra cent’anni, il contest di OA Plus che omaggia la storia del Festival di Sanremo in occasione del suo 70° “compleanno” continua e giunge alla terza fase di eliminazioni, quella degli ottavi. Siamo partiti da sessantaquattro canzoni sanremesi e ora, dopo innumerevoli “scontri diretti”, sono rimaste in sedici. Diventeranno otto, poi quattro, poi ancora due e solo una canzone conquisterà il titolo di “canzone regina” del Festival della Canzone Italiana.

Dopo i grandi rappresentanti del cantautorato italiano, Dalla e Tenco, passiamo ad una sfida tutta al femminile tra due voci splendide, ma completamente diverse: signori e signore Almeno tu nell’universo di Mia Martini VS. “Luce (tramonti a nord est) di Elisa.

SFIDANTE | MIA MARTINI

Dopo aver affrontato e battuto prima “la divina” Patty Pravo e poi il cantautore Simone Cristicchi, Mia torna a cantare per noi il suo cavallo di battaglia Almeno tu nell’universo per cercare di avere la meglio anche su Elisa Toffoli.

Dopo aver calcato il palco del Teatro Ariston qualche anno prima con E non finisce mica il cielo, la grande voce di Mia Martini torna a cantare a Sanremo 1989 con una canzone dalla storia incredibile, che diventerà la sua canzone più famosa.

Stiamo parlando, ovviamente, dell’intramontabile e intensa Mia Martini, scritta per l’interprete calabrese da Maurizio Fabrizio e Bruno Lauzi. Il primo firma il motivo musicale, mentre il secondo la parte testuale.

La canzone sembra destinata in maniera fatidica proprio a Mia. Infatti Almeno tu nell’universo venne scritta e composta dai due autori nel 1972, nella stessa settimana di un’altra grande hit: Piccolo Uomo. Il diritti del pezzo vennero depositati nel 1979 e così restò inedito per davvero molti anni.

La casa discografica Fonit Cedra vorrebbe che a cantare il brano fosse l’allora ancora sconosciuta Mietta, che però declinò l’offerta. Almeno tu nell’universo, per la gioia di Lauzi che l’aveva immaginata per la Martini, venne assegnata come seconda scelta a Mia.

La combinazione della sua voce rauca e potente insieme ad interpretazione carismatica, rendono la canzone una delle più amate di sempre nel panorama musicale, anche se a Sanremo non vincerà e non raccoglierà nemmeno la soddisfazione di arrivare sul podio.

Con Almeno tu nell’universo, la Martini arriva nona e a vincere saranno Anna Oxa e Fausto Leali con Ti Lascerò. A decretare il risultato finale fu la votazione del pubblico attraverso le schedine totip. Ad Almeno tu nell’universo, però, verrà assegnato il Premio della Critica che in seguito sarà nominato proprio al ricordo di Mia.

Sempre il destino porta Mia Martini in gara con Elisa, che nel 2001 con la sua soave voce fece una sua delicata versione per il lungometraggio Ricordati di me.

SFIDATA | ELISA

Giunta agli ottavi dopo aver battuto le “avversarie” Alice e Giorgia, Elisa torna sul nostro palco virtuale con l’unico brano che ha presentato, vincendo, al Festival di Sanremo.

Scritta da Elisa e tradotta insieme alla mamma (che non compare tra le firme ufficiali), Luce (Tramonti a nord est) inizialmente si intitolava “Come speak to me” e vede fra gli autori Zucchero Fornaciari che attraverso la frase “Siamo nella stessa lacrima” rese il ritornello vincente.

Dopo aver debuttato nel mondo della discografia, italiana e nazionale, con l’album “Pipes & flowers”, Elisa partecipa a Sanremo dopo cinque anni di successi e con il primo brano in lingua italiana e sbaraglia tutti, conquistando il Premio della Critica “Mia Martini” e il Premio per la Migliore Interpretazione “Volare” e relegando al secondo posto la collega Giorgia, che torna a casa a mani vuote dopo esser stata tra le favorite alla vigila del Festival.

ESITO | SFIDA 5

A vincere la quinta sfida degli ottavi di finale di “Vorrei cantarti fra cent’anni, decretata dai voti della redazione di OA Plus e della nostra giuria speciale, è Mia Martini con Almeno tu nell’universo. Elisa e Luce lasciano la gara.

COMMENTI | GIURIA

Roberta Faccani: Nulla può offuscare un capolavoro assoluto della musica come “Almeno tu nell’universo” per i milioni di motivi che tutti sappiamo, persino una bella canzone come “Luce”. Voto scontato.

Alberto Barina: “Almeno tu nell’universo” vince su tutto.

Timothy Cavicchini: “Almeno tu nell’universo”. La ridondanza di Luce non è abbastanza per spodestare la grandissima Mia.

Andrea Direnzo: Possiamo anche andare avanti con questo contest, con questo piacevole gioco che ci diverte appassionatamente, ma per me “Almeno tu nell’universo”/Mia Martini è (volutamente uso il verbo al singolare in quanto – in questo caso in assoluto – canzone e interprete sono un “unicum”) oltre tutto e tutti. Può scendere persino l’Angelo di Dio dal cielo e cantare con voce paradisiaca, ma preferirei sempre Mimì e la sua – e solo sua – “Almeno tu nell’universo”. Perché? È la Vita (il Vissuto) che s’incarna nella Canzone attraverso la sua Interprete che non canta ma vive ciò che canta. Miliardi di metri sopra il cielo, o meglio sopra l’universo intero!

Ugo Stomeo: Elisa, che con il geniale Michele Centonze alla produzione ha reso sua “Almeno tu nell’universo”, ora prova a sfidarla.. “Luce” è stupenda anche nella versione di Mango contenuta nel suo “Acchiappanuvole”. Regge il confronto, ma in parte. Voto il brano firmato da Maurizio Fabrizio e Bruno Lauzi.

CLICCA QUI per approfondire su tutti i GIURATI SPECIALI del contest.

VOTI | GIURIA

Almeno tu nell’universo: 27 (Roberta Faccani, Michele Monina, Alberto Barina, Andrea Direnzo, Tekemaya, Veronica Ventavoli, Daniela Pedali, Silvia Anglani, Roberto Testa, Timothy Cavicchini, Cecilia Leo, Maurizio Meli, Eleonora Magnifico, Giovanni Cirfiera, Frank Nemola, Patrizia Cirulli, Grazia Verasani, Antonio Toni, Dario Gay, Enrico Spada, Margherita Ventura, Riccardo De Stefano, Riccardo De Stefano, Andrea Butera, Claudio Bolognesi, Simona Bastiani, Roberto Santangelo).

Luce: 3 (Eddy Anselmi, Federico Stefani, Juary Santini).

THE WINNER IS…

Chi vincerà le prossime sfide di “Vorrei cantarti tra cent’anni”? Continuate a seguire QUI su OA Plus per scoprirlo!!

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 


TV, Sanremo 2020. Rancore: testo e autori della canzone “Eden”

Sanremo History. “Vorrei ricordarti fra cent’anni”: la sfida delle edizioni. E’ il 1990 ad accedere in semifinale, e oggi ultimo quarto tra 1997 e 2019