Cover "Trinidad"

Qualcuno faccia tornare Alessio Bernabei alle atmosfere elettropop. Subito. L’ex Dear Jack, purtroppo, è caduto anche lui nello scivolosissimo terreno estivo, proponendo “Trinidad“, brano uscito il 17 luglio su distribuzione Artist First passato leggermente sottotraccia. E il motivo è presto spiegato.

Si tratta dell’ennesimo pezzo scritto in quarantena, con il solito spirito, quello di regalare un momento di spensieratezza dopo i mesi, difficilissimi, di lockdown. Insomma, nulla di nuovo: un singolo da ombrellone che non toglie né aggiunge nulla a quanto pubblicato in precedenza dagli altri cantanti: c’è il ritmo latino ornato da una chitarra da flamenco, ma non siamo davanti alla genialità di “Ciclone” firmato Takagi & Ketra, c’è anche un ritornello di apparente impatto, che non è però forte come “Mediterranea” di Irama.

Un artista, Bernabei, capace di stupire in altri campi. Gli episodi sanremesi, “Noi siamo infinito” e “Nel mezzo di un applauso“, seppur non trasmettendo nulla di trascendentale, ponevano il nostro in un determinata casella, per lui azzeccatissima. Perché buttarsi nella canzone d’estate d’ufficio per forza?

Seguire delle tendenze, delle caratteristiche, delle terminologie studiate ad hoc nella speranza di catturare l’attenzione della massa danzante può subire l’effetto contrario, annoiando e stancando. Per sfondare nell’airplay più caldo dell’anno, lo abbiamo detto tante volte, è necessario il quid in più che in “Trinidad“, purtroppo, non c’è.

VOTO: 4/10

AGGETTIVO: DEBOLE

TESTO

C’è una brezza che soffia l’hotel
Il vento che si fa strumento
E che romperà il silenzio
È più forte anche di me e di te
Fa cadere tutto ciò che ho detto
Come stelle a San Lorenzo
La macchina che va quasi fosse lei a guidare
Scorre la città dietro ad un tramonto
Se fosse l’ultima
L’ultima canzone al mondo
L’ultima notte al tuo fianco io e tu
Bellissima
Il cielo azzurro e il mare che incontra un’isola
Una chitarra suona
Trinidad
E sarà, sarà quel che sarà
Ma la notte non lo sa ancora
Trinidad
Noi con la musica alta e il DJ
Scusami cosa mi hai chiesto
Se non gridi non ti sento
Poi
I tuoi occhi che incrociano i miei
E in questo preciso momento
Ti bacio e non ci penso
Tu sorridi un po’
Dentro al tuo vestito bianco
Balli e io non s
Se restare fermo
Se fosse l’ultima
L’ultima canzone al mondo
L’ultima notte al tuo fianco, io e tu
Bellissima
Il cielo azzurro e il mare che incontra un’isola
Una chitarra suona
Trinidad
E sarà, sarà quel che sarà
Ma la notte non lo sa ancora
Trinidad
Trinidad
La notte non lo sa
La notte non la sa che c’è
Trinidad
La notte non la sa
Cosa succederà tra me e te
Bellissima
Bellissima
Il cielo azzurro e il mare che incontra un’isola
Una chitarra suona
Trinidad
E sarà, sarà quel che sarà
Ma la notte non lo sa ancora

ARTISTA: ALESSIO BERNABEI

SINGOLO: TRINIDAD

ANNO: 2020

ETICHETTA: WARNER MUSIC ITALIA

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS