Giuni Russo avrebbe compiuto oggi 69 anni, nata il 7 settembre del 1951 a Palermo, è stata una delle artiste più intense e sperimentali della storia della musica italiana. Le dedichiamo la playlist GIUNI 69 con le canzoni più commoventi.

Per questa data speciale però è ancora lei, Giuni (con il supporto di Maria Antonietta Sisini e l’associazione GiuniRussoArte) ha farci un regalo inaspettato ed emozionante: un inedito intitolato “La forma dell’amore” con un videoclip con immagini girate da Ivan Cattaneo in un pomeriggio scherzoso del 2003. Il brano, scritto negli anni ’90 da Giuni e Maria Antonietta Sisini, è stato arrangiato dal Maestro Stefano Medioli, storico musicista di Giuni.

Dotata di una vocalità immensa, Giuni ha sempre unito amore per la melodia e il passato (“Fenesta che lucive”, “Me voglio fa ‘na casa”, “Malinconia”), ricerca di contenuti alti (“Inverno a Sarajevo”, “Le contrade di Madrid”, “Sogni d’oriente”), contaminazione dal mondo (“Sakura”) e spiccata ironia (“Illusione”, “Una vipera sarò”, “Adrenalina” con Rettore), che ha sempre dosato in tutti i suoi brani. 

Non solo cantante ma anche autrice delle sue canzoni (“Diva divina”, “Amore intenso”, “Vieni”, “Io nulla”, “Voce che grida”); oltre ai grandi successi dal sapore estivo (“Un’estate al mare”, “Alghero”, “Sere d’agosto”, “Mediterranea”), la sua ricerca musicale in bilico tra i generi (jazz e pop, lirica ed elettronica) ha spesso coinciso con la sua ricerca spirituale. 

Ha vissuto la musica, la scrittura e la vocalità come espressioni dell’anima più profonda e intima, lo dimostrano canzoni come “La sua figura”, “La sposa”, “Addio”, “Un’anima fra le mani”, “Il Carmelo di Echt”, ma anche “Morirò d’amore, la canzone che nel 2003 presentò al Festival di Sanremo e che incantò molti (Tiziano Ferro ne proporrà una cover nel suo prossimo album).

L’amicizia e la collaborazione con Franco Battiato (“Good good bye”, “Il sole di Austerlitz”, “Lettera al governatore della Libia“, “Post-moderno”) l’ha portata a duettare con lui in un omaggio incantevole alla Sicilia (“Strade parallele-Aria siciliana”).

PLAYLIST | GIUNI 69

Nella playlist GIUNI 69 oltre alle canzoni citate anche le cover di “Il nostro concerto” di Umberto Bindi e “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo, altre sorprese (come la poesia di TotòA’cchiù bella“) e brani meno conosciuti e postumi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT


Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


Monopattini e bici elettriche, dal 4 novembre via al ‘bonus mobilità’

Cinema. “La candidata ideale”