Un album divertentissimo rilasciato nel periodo più sbagliato. Avvertenza: contiene voglia di assembramento.

DISCO | LA RECENSIONE

Una tortura di questi tempi. Ebbene sì, ascoltare “DISCO“, il quindicesimo disco in studio di Kylie Minogue pubblicato il 6 novembre per Darenote/BMG è una vera e propria tortura psicologica, di quelle che ti massacrano per ore non mollando mai, inesorabili, la presa.

Sì perché non appena conclusi i quarantuno minuti di musica, vorresti uscire, baciare la/il prim* che capita e portartel* con te a Londra, scendere dalla Nothen Line fermata Old Street e ballare fino alla sfinimento alla XOYO. Poi rifletti: siamo in pandemia. Ed eccola lì la tortura: avere tra le mani un album a dir poco delizioso e non poterlo condividere, di fatto, con nessuno, se non con una fruizione a distanza.

Un gustoso approccio raffinatamente retromane quello della diva statunitense, che cavalca la wave danzereccia, lei che è stata la prima a lanciarla nel mainstream quasi vent’anni fa con “Fever” e “Body language, già affrontata in questo anno solare da Dua Lipa e da veri e propri monumenti come Lady Gaga (citofonare “Chromatica“).

Il sound disco anni 70′ e 80′, quello con le programmazioni d’archi, tanta drum muchine e talk box, primeggia in tutte le dodici tracce presenti nel nuovo lavoro, inondando di brillantezza e positività l’atmosfera con episodi accattivanti, assolutamente spacchettabili dunque playstabili, come dettano i tempi, dimostrazione di un disegno editoriale chiaro e funzionale.

Se l’amalgama generale “DISCO” segue perfettamente la linea delle due annate citate, in alcuni specifici passaggi cita espressamente artisti e correnti ben precise: irresistibile il riferimento ai Modjo, conosciuti per il tormentone “Lady (hear me tonight)“, presente in “Miss a thing“; d’effetto la maestosa “Say something“, dove è chiara l’influenza degli Scissor Sisters. Traccia anche dei Daft Punk in “Where does the dj go“, ma anche dei Kool & The Gang e degli Abba, chiaramente ripresi in “Last chance“. Il divertimento è assicurato.

VOTO: 9/10

AGGETTIVO:  DELIZIOSO

 

TRACKLIST:

1. Magic
2. Miss a Thing
3. Real Groove
4. Monday Blues
5. Supernova
6. Say Something
7. Last Chance
8. I Love It
9. Where Does the DJ Go?
10. Dance Floor Darling
11. Unstoppable
12. Celebrate You

ARTISTA: KLYIE MINOGUE

ALBUM: DISCO

ANNO: 2020

ETICHETTA: DARENOTE/BMG RECORDS

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Certificazioni FIMI, week 47. L’Italia pazza di Maluma e Harry Styles, divi del pop contemporaneo

Rubrica, TALENTONE. Luca Rustici, Andrea Dessì, Arianna Luzi, Francesco Dal Poz, Laura Algieri