Non ho mai avuto velleità di successo personale, tengo molto al successo delle canzoni, questo sì, e in questo non mi do limiti”. Racconta con queste parole sé stesso e la sua straordinaria carriera artistica Paolo Conte nel film documentario “Via con me” che lo vede protagonista, in uscita oggi 28 settembre in 270 sale cinematografiche italiane.

Presentato in anteprima a Venezia 77, il docufilm (che resterà nelle sale anche domani 29 e mercoledì 30 settembre) porta la firma del regista Giorgio Verdelli ed è dedicato interamente al grande cantautore astigiano e alla storia delle sue canzoni, da Un gelato al limon a quel brano che ha legato in maniera indelebile il suo nome alla storia della musica italiana e che è stato reso immortale dall’interpretazione di Adriano Celentano: Azzurro. All’interno della pellicola sono presenti 35 brani e numerose interviste, da Renzo Arbore a Vinicio Capossela.

Sono l’avvocato difensore dell’identità delle mie canzoni per questo le canto lo stesso”, ha spiegato il cantautore durante un’intervista al Tgcom24: “Una celebrazione? Non mi appartengono tanto le celebrazioni, non le amo, però qui c’è il cinema ed è una cosa che mi è sempre stata congeniale“.

Nel film è presente come voce narrante l’attore Luca Zingaretti, mentre tra gli artisti che hanno concesso un loro intervento ci sono anche Francesco De Gregori, Caterina Caselli, Stefano Bollani, Cristiano Godano, Lorenzo Jovanotti e il fratello Giorgio.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Manuela Arcuri: “Ma quale setta? Sono senza parole”

Samuel, “Tra un anno” è il nuovo singolo solista del frontman dei Subsonica