Crediti Foto Paolo Soriani

Dopo le 2 anteprime di Roma (Villa Ada, 21 luglio) e New York (The Cutting Room, 20 settembre), parte a dicembre il tour italiano di presentazione del nuovo progetto discografico di The Niro feat. Gary Lucas, ‘The Complete Jeff Buckley and Gary Lucas Songbook’, che riunisce per la prima volta tutte le canzoni scritte da Jeff Buckley e Gary Lucas, inclusi cinque titoli finora non presenti in nessun album.

The Niro è il nome del progetto musicale dell’artista italiano Davide Combusti, protagonista della scena indie-rock dal 2002. Al suo attivo ha 4 album di cui 3 in inglese. Lo ritroviamo in apertura dei concerti di Sondre Lerche, Tom Hingley di Inspiral Carpets, Deep Purple, Lou Barlow, Badly Drawn Boy e Amy Winehouse.

LEGGI ANCHE The Niro: l’italiano che fa rivivere il mito di Jeff Buckley con un songbook-omaggio in collaborazione con Gary Lucas

Gary Lucas è considerato uno dei più influenti chitarristi americani di sempre. Può vantare un capitolo rilevante nella carriera di Jeff Buckley col quale ha composto le storiche Grace e Mojo Pin.

Il disco, che sta raccogliendo critiche e recensioni entusiastiche da parte della quasi totalità della stampa italiana, è uscito ad ottobre per l’etichetta Esordisco di Pierre Ruiz, e nelle prossime settimane sarà distribuito anche negli Stati Uniti e in molti paesi europei. A dicembre uscirà anche in vinile. Un progetto denso e coraggioso, rispettoso ma creativo, che finalmente sarà portato live a fine 2019.

LEGGI ANCHE Gary Lucas e The Niro ridanno voce ai brani perduti di Jeff Buckley

Il tour, che vedrà sul palco The Niro e Gary Lucas insieme al coproduttore artistico del disco Francesco Arpino, conta 9 date che toccheranno alcune delle principali città italiane da nord e sud nella seconda metà del mese di dicembre. Il tour è organizzato da Musiche Metropolitane, con la collaborazione di La Fabbrica Live.

DATE | DICEMBRE 2019

18/12 Bergamo, Druso

19/12 Pordenone, Astro Club

20/12 Milano, Serraglio

21/12 Perugia, Bad King

22/12 Bologna, Area Fuori Tema

23/12 Correggio (MO), I Vizi del Pellicano

26/12 Torino, Blah Blah

27/12 Roma, Monk

28/12 Taranto, Mercato Nuovo

29/12 Bari, Anche Cinema

Clicca qui per mettere “Mi piace” al mio BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Articolo precedenteFood. “Saltapasto”, Università di Bologna e Gruppo Monti Salute Più lanciano gli snack che sostituiscono il pasto
Articolo successivoMusica Italiana, Nuove Uscite. Gaetano Curreri regala un brano all’Antoniano, basta “Più amore” per aiutare le mense francescane
Ugo Stomeo
Laureato in Scienze della Comunicazione con tesi filosofico-musicale su “Adorno e la musica leggera in Italia”, è stato membro dell’Osservatorio Musicale Salentino a seguito del corso di giornalismo e critica musicale “Scrivere di Musica” tenuto dal musicologo Gianpaolo Chiriacò presso l’Università del Salento. Ha collaborato con le testate giornalistiche digitali Pride Online, NightGuide, 20centesimi, Un Filo-Blues ed è stato responsabile comunicazione per la “Notte di Mare” di Melendugno, giurato in contest musicali come il B-Live Music Fest di Lecce e opinionista in spettacoli di varietà come “Armonie di vita”, svoltosi presso il teatro Antoniano di Bologna. Dal 2019 è direttore e caporedattore del digital magazine OA Plus e addetto promozione per PMS Studio, etichetta discografica indipendente di Raffaele Montanari. Dal 2018 è autore e critico musicale per il web magazine FareMusic di Mara Maionchi e Alberto Salerno, nonché personal manager del chitarrista e compositore pop-jazz Andrea Dessì. Appassionato dei grandi protagonisti dell’arte e della musica in particolare, con un debole per le dive e i cantautori italiani, famosi o meno, è attivo sulla sua pagina 'Blog' di Facebook HIT NON HIT dal 2017. Da freelance è anche addetto stampa, booking agent musicale, event e social media manager, art director per spettacoli e progetti musicali, biografo e sceneggiatore di videoclip.