Per gli OA PLUS MUSIC AWARDS 2020, i premi per la miglior musica del 2020, scopriamo la TOP 10 “Best Jazz Artist”, ovvero la classifica dei migliori jazzisti italiani di questo 2020, scelti accuratamente dalla Redazione di OA Plus.

#10 DANIELE SEPE

Apre la nostra classifica la follia esuberante del sassofonista napoletano Daniele Sepe che ha pubblicato nel 2020 un’integrazione della album del 2015 “A note spiegate surplus“, ma anche “Le nuove avventure di Capitan Capitone“, suo alter ego in ambito folk jazz con molte collaborazioni (tra cui Lavinia Mancusi, ‘o Rom, Mimì Caravano e Stefano Bollani) e il liveLockdown Vol.1 (Live in studio, perché da vicino non ci possiamo vedé)“.

#9 FABRIZIO BOSSO

Al nono posto il raffinato trombettista Fabrizio Bosso che si è dedicato a tre progetti molto diversi: l’album “WE4” in quartetto con Jacopo Ferrazza, Julian Oliver Mazzariello e Nicola Angelucci, l’Ep “Air” con Alessandro Dell’Anna, il progetto “Love Vibrations” con Giovanni Mazzarino, Rosario Bonaccorso e Nicola Angelucci, oltre alle partecipazioni al singolo di Joe BarbieriTu, io e domani” con Luca Bulgarelli, Sergio Cammariere e Tosca e al brano “Big” di Andrea Dessì e Massimo Tagliata.

#8 MARIA PIA DE VITO

Dopo i progetti sul Brasile (“Core“, 2017) e sulle moresche (“Moresche e altre invenzioni“, 2018) la cantante Maria Pia De Vito ha proposto nel 2020 l’album “Dreamers” con 9 cover di brani di celebri cantautori/sognatori d’oltreoceano come Joni Mitchell, Paul Simon, David Crosby, Bob Dylan, Tom Waits insieme a Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso, Alessandro Paternesi alla batteria e la partecipazione di Roberto Cecchetto Music alla chitarra. Ha inoltre collaborato al brano siciliano “Avò” inserito nel progetto “Boungaville di Fabio De Vincenti, Giuseppe Creazzo Pantano, Sikè e Vittoria D’Angelo.

#7 CRISTINA ZAVALLONI

La sperimentatrice della voce Cristina Zavalloni ha dato alla luce il prezioso “For the living” con la prestigiosa collaborazione di Jan Bang, maestro mondiale dell’elettronica, che ha firmato la direzione artistica e gli arrangiamenti elettronici del progetto, dedicato a brani inediti e a composizioni di maestri del ‘900 come Ravel e Ives.

#6 GAETANO CAPPA

Tritato di Città” l’album del compositore Gaetano Cappa è uscito nel 2020, a distanza di 10 anni dalla sua composizione, infatti Cappa ha realizzato un omaggio a “Ritratto di Città”, il poema radiofonico di Berio-Maderna-Leydi del 1954, proprio nel 2010, insieme a Marco Drago, con la voce narrante di Nando Gazzolo e prodotto da Istituto Barlumen per Radiotre Rai. Il disco vede la partecipazione di Sebastiano De Gennaro alle percussioni, Edoardo De Angelis al violino, Ramiro Levy alla chitarra e Stefano Profeta al sitar e al contrabbasso.

#5 GEGÈ TELESFORO

Il cantante, polistrumentista e compositore Gegè Telesforo ha realizzato l’album “Il mondo in testa” un album ricco, plurare e articolato, pieno di collaborazioni, da Ainè a Simona Severino, da Alfonso Deidda a Daniela Spalletta e poi Max Ionata, Seby Burgio, Lello Analfino, Peppe Sannino.

#4 STUDIO MURENA

Studio Murena è uno dei collettivi più innovativi del panorama musicale italiano, in cui confluiscono jazz, urban e rap. Fondato nel 2018 da Amedeo Nan, Maurizio Gazzola, Matteo Castiglioni, Marco Falcon e Giovanni Ferrazzi, nel 2020 hanno pubblicato una serie di singoli innovativi e contemporanei come “Long John Silver“, “Eclissi“, “Marmo“, “Arpa e tamburo” e “Password“.

#3 ANDREA DESSÌ

Chitarrista dal tocco magico, Andrea Dessì si conferma un nome importante del jazz italiano: nel 2020 ha pubblicato i singoli “Big” (con Fabrizio Bosso e Massimo Tagliata), “Mi Perdido amor” (con Mietta e Massimo Tagliata) e “Rise” (con Sherrita Duran).

#2 MATTEO BORTONE

Contrabbassista di talento ma anche compositore evocativo e visionario Matteo Bortone ha pubblicato “No Land’s“, il suo quarto album da leader e ha partecipato al disco “Uneven” con Stefania Tallini e Gregory Hutchinson.

#1 STEFANO BOLLANI

In vetta uno dei pianisti che tutto il mondo ci invidia, capace di passare dal pop alla musica più colta con una disinvoltura da vero fuoriclasse. Stefano Bollani nel 2020 ha realizzato un progetto tanto ambizioso quanto dissacrante, dedicato alla celeberrima colonna sonora di Andrew Lloyd Webber del capolavoro “Jesus Christ Superstar“, intitolato “Piano Variations on Jesus Christ Superstar“, ha inoltre ripubblicato l’album disco d’oro “Carioca” (del 2014) e ha preso parte alla colonna sonora del film d’animazione “Soul“.

Gli appuntamenti con gli OA PLUS MUSIC AWARDS 2020 continuano con le categorie: Best Revelation / Best Ex Talent / Best International Song / Best Italian Song / Best Songwriter / Best International Album / Best Italian Album / Best Diva / Best Rap-Trap Artist / Best Band / Best Debut / Best International Cover / Best Italian Cover.

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Nuovo Dpcm 16 gennaio, cosa è consentito fare e cosa no

Ascoli Piceno, ucciso a coltellate un uomo in pieno centro