Tutto merito di una patch cutanea la nuova chioma di Francesco

Quando un ragazzo inizia a perdere i capelli, ne fa subito un dramma, figuriamoci se l’età della perdita è precoce come quella del cantante di “la canzone del capitano”, che a soli vent’anni ha dovuto fare i conti con un inizio di calvizie.

Da subito aveva provato tutte le tecniche disponibili, dal dolorosissimo trapianto di capelli, alla “polverina chimica”, spiega il cantante, quella che “sporca tutto, dalle lenzuola alle mani delle ragazze che ti accarezzano, e poi devi rimetterla in continuazione”. Purtroppo però i risultati non sono stati quelli sperati e Francesco non è riuscito ad adattarsi al suo aspetto che cambiava assieme alla perdita dei capelli.

Ultimamente però, si era notato un infoltimento della chioma di Francesco e lui non nega affatto, anzi, fa chiarezza su Twitter dicendo che ha trovato una valida soluzione con la ”patch cutanea”, un trapianto non chirurgico e non doloroso. “Tutti mi chiedono perché ho i capelli come il Re leone. E’ merito di una ‘Patch cutanea’, ovvero un trapianto di capelli non chirurgico. A vent’anni ho iniziato a perderli, perché ho ereditato gli occhi azzurri di papà, ma non la voce e i capelli. Così sono andato subito in cerca di una soluzione”.

Ma godiamoci questo video dove spiega tutti i particolari.

E noi facciamo i complimenti al Re Leone che è tornato a ruggire con la sua folta criniera.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica. Nuove Uscite. Anno nuovo, musica nuova: tutti gli album in arrivo a gennaio 2020

Cinema. “Ritratto della giovane in fiamme”: un elogio della sensibilità femminile