“L’attuale aumento della produzione, che andrà ad accelerare nelle prossime settimane, permetterà di soddisfare la domanda di dosi a livello globale, in un lasso di tempo breve e senza compromettere i nostri elevati standard di sicurezza e qualità. Questo sforzo ci aiuterà a rispettare gli impegni di fornitura in linea con gli accordi esistenti”. Lo ha dichiarato in un’intervista a La Repubblica Päivi Kerkola, amministratrice delegata di Pfizer Italia, che ha parlato anche per conto della casa madre di New York.

“Per quanto riguarda l’Italia ha spiegato l’ad di Pfizer – le dosi fornite la scorsa settimana sono state lievemente ridotte, ma già da questa settimana torneremo ad una regolare fornitura. Vale la pena di notare che in Italia stiamo distribuendo a circa 300 punti di vaccinazione, un numero tra i più alti in Europa”. Kerkola ha aggiunto che, nell’eventualità di una causa civile o penale intentata da parte del nostro Paese, l’azienda continuerà comunque a fornire il vaccino all’Italia. “Non intendiamo fare speculazioni su questo, ma continueremo a fornire il vaccino come previsto dagli accordi con la Commissione Europea e ad assicurare, inoltre, la fornitura di tutti i nostri farmaci e vaccini per i pazienti che ne hanno bisogno in Italia e negli altri Paesi”, ha precisato Kerkola.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

 

TAG:
Covid- 19 Päivi Kerkola Pfizer vaccino

ultimo aggiornamento: 28-01-2021


Brigitte Bardot choc sul settimanale Oggi: “Il Covid è una buona cosa, siamo troppi. La natura riprenderà i suoi diritti”

Omicidio Giulia Ballestri, la Cassazione ha confermato l’ergastolo per Matteo Cagnoni