Per entrare nel Paese servirà anche un test negativo effettuato entro tre giorni dal volo

Gli USA riaprono ai turisti

Gli Stati Uniti riaprono ai turisti. Dal mese di novembre i viaggiatori internazionali, completamente vaccinati, potranno entrare nel Paese. Lo afferma la Casa Bianca, confermando così le indiscrezioni circolate. La svolta riguarda 33 Paesi: oltre a quelli dell’area Schengen e alla Gran Bretagna, ci sono Irlanda, Cina, Iran, Brasile, Sud Africa e India. Tutti i viaggiatori stranieri dovranno, ovviamente, dare prova della corretta documentazione prima dell’imbarco, nonché di un test Covid-19 negativo (effettuato entro tre giorni dal volo).

Da novembre, dunque, cesserà il divieto di ingresso nel Paese che era stato imposto 18 mesi fa dall’amministrazione Trump come misura preventiva per evitare l’aumento dei contagi.

“Ai passeggeri completamente vaccinati non sarà richiesto di rispettare una quarantena. Verrà richiesto anche alle compagnie aeree di raccogliere informazioni di contatto dai viaggiatori internazionali per facilitare la tracciabilità” ha affermato il coordinatore per la pandemia della Casa Bianca Jeff Zients Zeints.

Nodo AstraZeneca

La Fda, al momento, ha approvato Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson, ma non AstraZeneca, siero largamente usato nella Ue. Sarà, dunque, da stabilire se il “travel ban” verrà rimosso anche per gli immunizzati con quest’ultimo vaccino.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
Coronavirus USA Viaggi USA

ultimo aggiornamento: 21-09-2021


Napoli, Samuele di 3 anni lasciato cadere dal balcone, il domestico: “Mi sono sporto e ho lasciato cadere il piccolo, poi sono andato a mangiare una pizza

Soffocato e poi gettato sotto il camion, per la morte di Bergamini ora c’è il rinvio a giudizio della fidanzata dopo 32 anni: “Fu omicidio per futili motivi, non suicidio”