Di Michela Bellini

“Uno stile di vita sano, può prevenire un caso di tumore ogni tre”. L’alimentazione gioca in tutto questo un ruolo fondamentale.

Il Fondo mondiale della ricerca sul cancro, il WCRF- World Cancer Reaserch Found, è giunto alla stesura di un documento epocale, in cui si racchiudono le più importanti raccomandazioni inerenti allo stile di vita, sulla prevenzione della malattia oncologica. Il cibo ricopre oltre la metà di queste indicazioni e le stesse linee guida il “Fondo”, le raccomanda anche in corso di una patologia tumorale.  la figura del nutrizionista, nonostante sia diventata un diritto del malato oncologico, in verità, sono in pochi a conoscerla.

“Mangi ciò che si sente”, è la frase in cui  molto spesso incorre il paziente sotto forma di consiglio, ma così facendo, si può incorrere in conseguenze, specie sulla qualità di vita, che si potrebbero evitate.

Quella del nutrizionista, è a tutti gli effetti una delle professioni che ruotano attorno al malato, ma quando si parla di nutrizione, la mente corre subito al dimagrimento e, di conseguenza, diventa quasi impossibile relazionare questa figura professionale col malato oncologico.

Però un’alimentazione mirata va ben oltre lo stereotipo comune di fitness e, Il nutrizionista oggi, ricopre finalmente il ruolo che merita, all’interno dell’equipe di professionisti che intervengono anche su malattie come il cancro.

Una corretta e mirata alimentazione: pmigliorare la qualità di vita del paziente attenuando o evitando, effetti collaterali legati alla terapia  può sostenere il malato evitando complicazioni come la malnutrizione, o intercettare condizioni come la cachessia neoplastica, permettendo così, un rapido intervento, può mantenere in salute il sistema immunitario, migliorare la risposta alla chemioterapia e  fornire un fondamentale apporto micronutrizionale. 

 

La dottoressa Michela Bellini è una biologa nutrizionista. Laureata in Biologia della Salute, si occupa di nutrizione legata non solo al dimagrimento ma al completo stato di salute psicofisica della persona. Nell’anno 2019 conclude un percorso di formazione con il Prof. Franco Berrino, emerito epidemiologo dell’Istituto Tumori di Milano, autore di numerose pubblicazioni scientifiche e studioso dello stile alimentare collegato alle patologie croniche di questo secolo. Nel 2020 porta a termine il corso di alta formazione in Probiotica e Nutrizione acquisendo le competenze per la corretta integrazione probiotca e a fine anno inizia il percorso di studi Mymicrobiota con il Dott. F.Di Pierro e parallelamente si iscrive al corso biennale in Bioterapia Nutrizionale. Per OAPlus cura la rubrica Nutrimento Armonico.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Shutterstock

TAG:
Michela Bellini Nutrizione salute tumori

ultimo aggiornamento: 24-02-2021


Morto suicida l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà

Marche, Fratelli d’Italia presente una proposta di legge sulla famiglia. Ciccioli: “Sostegno alle famiglie, ma solo quelle naturali”