Quindici le città da bollino rosso, i centri urbani indicati nel bollettino del Ministero della Salute sono: Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo

Ondata di caldo

Il picco massimo dell’ondata di calore è attesa venerdì 13 agosto, con 15 città da “bollino rosso” (massimo livello di rischio per il caldo) indicato dal bollettino del “Ministero della Salute”. I 15 centri urbani sono Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo. Evidenziato nel documento, inoltre, un rischio per la salute di tutti (non solo per le fasce più fragili).

Prevenzione 

L’ondata di caldo, proveniente dall’Africa, ha “investito” l’Italia e prevede il massimo livello di rischio per la salute pubblica a causa delle temperature molto elevate. Sono gli anziani, la fascia più a rischio, a dover prestare particolare attenzione e maggiori cautele. I consigli sono quelli del buon senso. Bere tanta acqua e in generale idratarsi, evitando di uscire nelle ore centrali della giornata. Optare per cibi leggeri e frutta, favorendo così l’apporto di vitamina D (con latte e formaggi) e di ferro con pesce, legumi, carni bianche.

Temperatura record a Siracusa

Nel frattempo a Siracusa (Sicilia) è stato registrato il poco invidiabile (a dire il vero) “record di caldo“. Qualche minuto dopo mezzogiorno, infatti, i termometri hanno raggiunto i 48,8 gradi centigradi, temperatura mai raggiunta in Europa. Il precedente “picco massimo” da Guinness era stato di due decimi di grado inferiore: 48,5°C a Catenanuova (provincia di Enna) nel 1999.

 

TAG:
ondata di caldo

ultimo aggiornamento: 11-08-2021


Coronavirus, in aumento i contagi: Sicilia e Sardegna rischiano di diventare zona gialla

Vaccino anti Covid, dal 16 agosto senza prenotazione per i ragazzi fra i 12 e i 18 anni