I carabinieri del Ros stanno eseguendo indagini e perquisizioni in numerose città italiane nei confronti di 11 indagati per aver insultato e offeso sui social il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Le operazioni, come riporta l’agenzia Ansa, sono in corso a Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania.

Le perquisizioni fanno seguito alle indagini avviate dalla procura di Roma lo scorso agosto nei confronti di un 46enne di Lecce, accusato degli stessi reati per i suoi post su Twitter. Le indagini del Ros hanno portato alla luce una elaborata strategia di aggressione alle più alte istituzioni del Paese.

Grazie all’impiego del Reparto Indagini Telematiche, unità del Ros specializzata nelle investigazioni telematiche e web, sono stati rintracciati numerosi post e contenuti multimediali offensivi espressi nei confronti del presidente diffusi tramite i social network tra aprile 2020 e febbraio 2021. Gli artefici hanno un’età compresa tra i 44 e i 65 anni, tra essi figurano impiegati, professionisti e professori universitari. Tre degli indagati gravitano in ambienti di estrema destra con vocazione sovranista.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Denise Pipitone, Milo Infante si reca a Mazara del Vallo e attacca il Corriere: “Frasi gravi sul mio conto. Non mi intimidirete mai. E’ finita la pacchia” VIDEO

Accoltella la ex, uccide il figlio di lei e fugge: killer in fuga, ricerche a tappeto