Laura Pausini e Tiziano Ferro

 

Dopo l’intervento di Tiziano Ferro a Che Tempo Che Fa che con le sue parole ha creato non poco scompiglio a casa e sui social, anche Laura Pausini, con un video stile “presidenziale”, chiama a raccolta una serie di artisti in nome dei diritti dei professionisti dello spettacolo.

Faccio appello al nostro Governo perché nessuna voce resti inascoltata.
Chiediamo ai nostri colleghi, a tutti professionisti dello spettacolo e a tutti quelli che come noi amano la musica l’arte e ogni forma di intrattenimento di unirsi in questo momento così delicato”. 

Laura Pausini chiede a voce ferma che il Governo intervenga e faccia chiarezza su quello che sarà il prossimo futuro di chi lavora nel campo della musica e dell’intrattenimento, rivendicando il diritto di sapere e di dare dignità alla categoria.

“Ogni cosa ha il suo tempo e oggi è ancora il tempo del dolore per chi non c’è più e del sostegno agli operatori sanitari. Questa senza dubbio è la priorità. Domani però dovremo ripartire nel rispetto di tutti e non possiamo permetterci di dimenticare qualcuno. Di lasciare indietro centinaia di migliaia di lavoratori senza colpe, ed oggi senza prospettive. Non stiamo parlando di noi o per noi. Stiamo parlando di tutti i musicisti, gli autori, i deejay, i ballerini, gli operai, i tecnici, i lavoratori specializzati. Dei professionisti di ogni settore dello spettacolo, i lavoratori senza cassa integrazione, i lavoratori occasionali. Tutte le maestranze che lavorano nel mondo della musica e dell’intrattenimento. Stiamo parlando di chi suona nei locali delle vostre città, e di chi insegna musica ai vostri figli. Non sono star, è gente che lavora. E con quel lavoro ci paga ciò che serve per vivere. Gente che come tutti ha il diritto di lavorare, e che come tutti ha il diritto di essere protetto, quando, senza alcuna colpa, il lavoro e la dignità vengono messi in pericolo. Di loro e della loro angoscia e del loro disagio economico si parla pochissimo”.

View this post on Instagram

Appello al nostro Governo perché nessuna voce resti inascoltata. Chiediamo ai nostri colleghi, a tutti professionisti dello spettacolo e a tutti quelli che come noi amano la musica l'arte e ogni forma di intrattenimento di unirsi in questo momento così delicato. #seiconnoi❓ Call on the italian government. Llamamiento al gobierno italiano. Apelo ao governo italiano. Appel au gouvernement italien. @vascorossi @andreabocelliofficial @ramazzotti_eros @ligabue_official @tizianoferro @cesarecremonini @biagioantonacci @fiorellamannoia @elisatoffoli @amorosoof @real_brown @officialnannini @giorgiaofficial @ghali @achilleidol @mengonimarcoofficial @giulianosangiorgi_official @claudiobaglioniofficial @paolacortellesireal @rafriefoli @lorenzojova @rosario_fiorello @syriaofficial @damalikessa @lapinadeejay @paolaiezzireal @ambraofficial

A post shared by Laura Pausini Official (@laurapausini) on

Il Paese si appresta a definire la Fase 2. Leggiamo ovunque di iniziative, proposte, e modalità, che consentiranno una graduale, difficile e doverosa riprese delle attività produttive e commerciali. Ma non leggiamo mai che cosa accadrà ai lavoratori del mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento. Noi artisti, che condividiamo con questi lavoratori una parte fondamentale della nostra vita, e che conosciamo le difficoltà che stanno attraversando, ci chiediamo: come potranno reggere a un’emergenza che diventa sempre più lunga? Come potranno vivere dignitosamente senza neanche la prospettiva di poter un giorno tornare a fare il proprio lavoro? Cosa succederà agli eventi di questa estate e a quelli programmati nei mesi successivi? Quando potranno tornare a lavorare?

E, dato il blocco di tutti gli eventi Live, con molta probabilità per parecchio tempo, la Pausini chiede che si intervenga economicamente a supporto dei lavoratori colpiti da questa immensa crisi:

“Per questo attendiamo, e ci auguriamo, che a tutti i lavoratori del settore, per tutta la fase di emergenza, venga assicurato un trattamento economico e previdenziale dignitoso, e che sulla falsariga di quanto fatto in altre nazioni si definisca il futuro dei prossimi eventi, rispettando e garantendo i diritti di tutti”.

Al post della Pausini, sono seguiti i commenti di molti artisti tra cui Raul Bova, Francesco Renga e Vasco Rossi (solitamente molto schivo nell’esporsi)

Immagine del profilo di vascorossi

Condivido pienamente!!

 

Immagine del profilo di raoulbovagram

Brava Laura condivido , abbiamo tutti bisogno di risposte concrete. Tutti abbiamo il diritto di avere la dignità e un lavoro .Dobbiamo pretendere di capire quale sarà il prossimo passo , anche se piccolo , verso il futuro. Siamo pronti a adattarci , qualsiasi sia la decisione ma che si prenda con coraggio e fermezza.

Raoul

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: laurapausini/instagram