“Vladimir Putin è un criminale di guerra”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, poche ore dopo dopo l’appello dl presidente ucraino Volodymyr Zelensky che, collegato con i membri del Congresso americano, ha ricordato come l’Ucraina ogni giorno stia vivendo il suo 11 settembre. Quando i giornalisti gli hanno chiesto se Putin fosse un criminale di guerra, Biden in un primo tempo ha negato, ma qualche secondo dopo è tornato indietro e ha risposto: “Sì, lo è”.

Quasi immediata la replica di Mosca, che ha definito quelle del presidente americano “parole inaccettabili e imperdonabili”. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha subito replicato: “Riteniamo inaccettabile e imperdonabile tale retorica da parte di un capo di Stato le cui bombe hanno ucciso centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo”.

“Putin sta infliggendo devastazione e orrore, bombardando appartamenti e reparti di maternità”, ha inoltre twittato Biden parlando di Putin, indignato anche dalle notizie sulle forze russe “che hanno preso in ostaggio centinaia fra medici e pazienti” a Mariupol. “Queste sono atrocità, un oltraggio per il mondo”, ha sottolineato ancora Biden.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Joe Biden Vladimir Putin

ultimo aggiornamento: 17-03-2022


Udine, 75enne ospite di casa di riposo, si allontana in auto con una 47 enne, lui trovato morto, lei gravemente ferita mentre tentava di scappare