Sono undici le ragazze che sono state scelte per accedere, in qualità di finaliste, alle serate del prossimo 22 e 23 ottobre quando ad Aversa verrà assegnato il premio in ricordo di Bianca D’Aponte. Il festival dedicato alle giovani cantautrici, intitolato appunta a Bianca D’Aponte, scomparsa prematuramente a soli 22 anni nel 1983, è giunto all’edizione numero 16.

A giocarsi la vittoria finale del 2020, ci saranno BamBi da Napoli, Simona Boo da Termoli (Campobasso), Ebbanesis da Napoli, La Mante da Piovene Rocchette (Vicenza), La Zero da Piano di Sorrento (Napoli), Lucrezia da Bologna, Miglio da Brescia, Elena Romano da Firenze, Sara Romano da Monreale (Palermo), Veronica da Aversa (Caserta) e Chiara White da Firenze.

Cornice dell’esibizione delle undici finaliste del “Premio Bianca d’Aponte” 2020 sarà il Teatro Cimarosa di Aversa. Due i premi che verranno assegnati: al vero e proprio “Premio Bianca D’Aponte”, infatti, è affiancato il premio della critica, intitolato a Fausto Mesolella. Per le vincitrici, due borse di studio dal valore rispettivo di 1000 e 800 euro. Sono previsti riconoscimenti anche alla migliore interpretazione, al miglior testo e alla migliore musica.

Ad alternarsi sul palco con le finaliste, fra gli altri, gli A 67 e i Têtes de Bois. L’onore di essere la madrina della manifestazione quest’anno tocca ad Arisa, che nel corso delle serate eseguirà (e inciderà) un brano composto proprio da Bianca D’Aponte. L’eclettica artista lucana, inoltre, presiederà la giuria.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse