La Serbia rischia di portare all’Eurovision 2020 una canzone accusata di incitare al femminicidio e alla violenza sulle donne. La protesta dei circoli femministi ha costretto la direzione artistica della gara musicale a far cambiare il testo della canzone, ma continuano le proteste.

Il mondo musicale serbo è in subbuglio. Il corrispettivo serbo del Festival di Sanremo è la Beovizija (una competizione canora trasmessa sulla rete pubblica nazionale RTS) che ogni anno ha una audience da record, e che consente al vincitore di partecipare all’Eurovision song contest 2020. Tra le canzoni finaliste “Svadba velika” di Bora Dugic & Balkubano” . Il testo recita: “Ho comprato una bomba, mia cara, ne ho comprata una, perché ti amo come un pazzo. Sono venuto col mio uomo migliore, sono venuto con mio fratello per chiederti di sposarmi, con la benedizione di tuo padre. Se dici no, vi faccio esplodere tutti. Se dici si, il matrimonio sarà grande”, parole che non potevano passare inosservate negli ambienti femministi serbi ed europei.

LEGGI ANCHE: Dopo Sanremo, Diodato è pronto per rappresentare l’Italia all’Eurovision 2020

Qui è possibile ascoltare il brano tacciato di violenza sulle donne:

La mobilitazione dei circoli femministi

L’Associazione Autonoma delle donne serbe ha segnalato il brano alla direzione artistica della Beovizija, chiedendo che non solo venga escluso dalla gara, ma anche che non venga più trasmesso in nessun canale della tv pubblica. È inammissibile dare pubblico spazio e promuovere canzoni che parlano esplicitamente di uccidere una donna che dice ‘no’, – hanno dichiarato le femministe di Belgrado – che propongono l’idea che la donna debba essere ‘mia o di nessun altro’ e falsamente asseriscono che la canzone parli d’amore”. Numerose le email inviate al Festival serbo da circoli femministi provenienti da tutto il mondo, considerando soprattutto che in Serbia i dati sul femminicidio parlano di una media di 35 vittime all’anno.

La risposta della televisione nazionale RTS

La direzione di RTS  ha dichiarato in un comunicato ufficiale che la canzone rimarrà in gara in quanto è stato imposto agli autori di cambiarne il testo: “Avendo realizzato la durezza dell’inappropriato messaggio che può essere trasmesso attraverso il testo della canzone, RTS ha trovato un accordo con il paroliere per cambiarne il testo. Gli autori del testo, che volevano dare alla canzone un tono umoristico, non sono stati in grado di trovare un metodo adeguato per farlo e si sono scusati riaffermando che non era loro intenzione fornire un messaggio così negativo. RTS afferma chiaramente che resta saldamente al fianco di chi combatte ogni forma di violenza contro le donne”. Il brano è stato modificato così: “Ho comprato un anello, scintillante e bellissimo, per chiedere te, la più bella del mondo, sono venuto col mio uomo migliore, sono venuto con mio fratello per chiederti di sposarmi, di fronte a tuo padre. Se dirai di no, il mio cuore soffrirà, se dirai di si, faremo un matrimonio bellissimo. Ho comprato un anello, il diamante è vero, quando lo guardi ti farà girare la testa. I tuoi occhi blu, le tue labbra calde se le bacio sono tutto quello che voglio”.

Il 28 e 29 febbraio si svolgeranno le semifinali, in cui il televoto e la giuria di qualità decreteranno il vincitore. Il brano incriminato sarà eseguito il 29. Le 12 canzoni finaliste si sfideranno il 1° Marzo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OAPLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OAPLUS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui