Nella cittadina di Surfside, alle porte di Miami, in Florida, durante la notte è crollata parte di un condominio alto 12 piani, lasciando numerose persone bloccate sotto e dietro le macerie.

Almeno 100 i dispersi e tre le vittime accertate. I soccorritori hanno già salvato numerose persone, tra cui un bambino che i genitori credevano morto e una madre con suo figlio. Alla donna purtroppo è stata dovuta amputare una gamba per poterla tirare fuori dalle macerie.

Il Governatore Ron DeSantis ha visitato subito il luogo del crollo, affermando che le televisioni non avrebbero potuto realmente cogliere la gravità dell’accaduto. Jimmy Patronis, Florida Chied Financial Officer, ha assicurato che non ci si fermerà nemmeno di notte, con squadre di 10-12 pompieri che si alterneranno avvalendosi di equipaggiamento di salvataggio e cani per rintracciare le persone intrappolate tra le macerie.

Le autorità non hanno diffuso le ragioni del collasso. Nel video appare un primo cedimento della parte centrale, che ha poi fatto crollare tutta la facciata del palazzo che dà sul mare. la sindaca della contea di Miami-Dade Daniella Levine Cava ha detto di aver ricevuto una telefonata da Biden, che ha promesso aiuti federali.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

foto: LaPresse

TAG:
Miami Usa

ultimo aggiornamento: 25-06-2021


13 paesi dell’Unione Europea contro la legge anti-LGBT dell’Ungheria. L’Italia si astiene, ma all’ultimo si unisce

Canada: a fuoco le chiese per l’insurrezione dei nativi