11 vittime e 70 dispersi, il bilancio del forte maltempo che in questi giorni ha colpito la Germania occidentale provocando allagamenti e inondazioni è forse destinato a salire ulteriormente. I Laender più colpiti sono il Norderno-Vestfalia e la Renania-Palatinato.

Ad Eifel sono morte quattro persone, mentre a Solingen e a Colonia quattro persone sono morte annegate in cantina. Fra le vittime, anche due vigili del fuoco che stavano prestando soccorso. Ora gli occhi sono tutti puntati sui corsi d’acqua che, dopo le piogge ininterrotte delle ultime ore, continuano ad ingrossarsi minacciando di esondare. In particolare, ad essere tenuti in questo momento sotto controllo sono i piccoli e medi corsi d’acqua dei Laender del Saarland, della Vestfalia e della Renania, come la Mosella, e il Reno. Si stima che per i danni almeno 200 mila persone siano rimaste senza corrente elettrica.

“Gli effetti della catastrofe climatica sono già qui”, ha commentato la verde Katrin Goerig-Eckardt, parlando alla emittente NTV.” Anche il Belgio in questi giorni sta combattendo contro le alluvioni, che hanno già causato due morti nelle zone più a est, e diversi dispersi. Il fiume Mosa, che attraversa Liegi e Maastricht, rischia di esondare, e la situazione è di massima allerta.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

TAG:
Belgio Germania

ultimo aggiornamento: 16-07-2021


Spagna, attivista LGBT 24enne ucciso da un gruppo di omofobi: proteste in tutto il paese

Cuba: proteste in tutta l’isola per far cadere il governo