Oggi, in varie città europee erano in programma manifestazioni contro le misure restrittive di contenimento dell’epidemia da Con-Sars-2. Nonostante i divieti imposti dalle autorità, a Bruxelles, Amsterdam e Vienna migliaia di cittadini sono scesi in strada a protestare.

A Bruxelles sono stati circa 500 gli arresti. Gli agenti in tenuta antisommossa hanno riempito i punti caldi della città belga, dove erano previsti due incontri non autorizzati. Imponenti le forze messe in campo alla stazione centrale, dove numerosi manifestanti sono stati schedati e arrestati appena scesi dai treni e a Mont des Arts.

Tra i manifestanti, numerosi gli ultras di alcuni club calcistici, riottosi infiltrati nelle manifestazioni. Sequestrati coltelli e bengala. In Belgio le restrizioni sono parziali come in Italia, con coprifuoco notturno, divieto di viaggi non essenziali e bar cinema musei e teatri chiusi. In tutto il Belgio resta però aperta la scuola.

Disordini anche a Vienna, dove 5.000 tra protestanti contrari alle restrizioni e anche alcuni gruppi di neonazisti sono scesi in piazza contro le forze dell’ordine, che avevano vietato qualsiasi manifestazione. In Olandapoi, soprattutto ad Apeldoorn e Amsterdam,  dove a centinaia si sono incontrati al centrale Museumplein, ci sono state altre manifestazioni per le stesse ragioni.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

TAG:
Austria Belgio Olanda

ultimo aggiornamento: 31-01-2021


Sanremo 2021: Fedez e Michielin restano in gara, lo ha deciso la Rai. Il Codacons denuncerà l’azienda di Viale Mazzini?

Sanremo 2021. I discografici propongono di fare il Festival al Forum d’Assago. Mazza: “Un evento televisivo come questo può essere realizzato ovunque”