la Procura di Roma contesta al poliziotto il reato di omicidio stradale colposo

Per l’incidente avvenuto un anno fa, precisamente l’1 marzo 2021, Il poliziotto che guidava la macchina durante un inseguimento e che ha causato un frontale con una macchina dove vi era la famiglia di Zagarolo di etnia siniti della 14enne Sheena Lossetto, rischia il processo. Il tutto è avvenuto durante un inseguimento di un’auto su cui viaggiavano due rapinatori che poi non sono mai stati raggiunti ed identificati.

Durante l’inseguimento, il poliziotto alla guida dell’auto della polizia, fece un sorpasso azzardato causando il frontale in cui perse la vita Sheena e il fratello rimase gravemente ferito. L’inseguimento si svolse su via di Salone, dove si trova uno dei maggiori campi rom di Roma. la Procura di Roma, che gli contesta il reato di omicidio stradale colposo, ha chiesto il rinvio a giudizio del poliziotto.

L’avvocato del poliziotto,  Eugenio Pini, ha spiegato: “Il caso è complesso in quanto va oltre il dato processuale per la drammaticità dell’evento e per il coinvolgimento dell’interesse pubblico che il mio assistito stava perseguendo“.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

TAG:
incidente morta poliziotto processo Sheena Lossetto

ultimo aggiornamento: 08-03-2022


Aggredisce la moglie e poi si butta sotto un treno: morte nel giorno della festa della donna a Cuneo

Ucraina, Tanya 6 anni, gli ultimi attimi della sua vita da sola debole spaventata assetata, l’appello del sindaco di Mariupol