Il suo intento era solo quello di intimorire Ilenia, e non quello di ucciderla. Così ha spiegato al giudice e così ha ribadito in una lettera indirizzata alla figlia Arianna Claudio Nanni dal carcere dove si trova dopo aver confessato di essere il mandante dell’omicidio dell’ex moglie Ilenia Fabbri, trovata morta sgozzata lo scorso 6 febbraio nel suo appartamento in via Corbara, a Faenza (Ravenna). “Le cose non dovevano andare così. Ti voglio e ti vorrò sempre bene”, scrive Nanni alla figlia. Ma Arianna, ai microfoni di Pomeriggio Cinque, ha dichiarato che “non crede più a nessuno”. Eppure sulla confessione contenuta in quella lettera, la ragazza ha ammesso: “Sul fatto che volesse solo spaventarla, io gli credo”, e ora ha chiesto di poter incontrare il padre in carcere, quel padre che lei ha sempre difeso strenuamente, incapace di poter pensare che fosse in grado di fare una cosa tanto terribile.

Un delitto pianificato quasi un anno fa e confessato nei dettagli. Tanto che ora Pierluigi Barbieri, il killer assoldato da Nanni per uccidere Ilenia, dice di aver “paura di ritorsioni” da parte dell’ex marito della vittima. Sono tanti i particolari sull’omicidio di Ilenia Fabbri, 46 anni, emersi nel corso degli interrogatori di garanzia di lunedì scorso: per la Procura Nanni, 54 anni, e Barbieri, amico di quest’ultimo, sono rispettivamente mandante e killer della donna.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Facebook

TAG:
Claudio Nanni faenza Ilenia Fabbri omicidio Pierluigi Barbieri

ultimo aggiornamento: 10-03-2021


La terribile confessione di Benno Neumair: “Io volevo finirla lì ma lui continuava e allora…”

Draghi conferma i bonus da 800 euro per mamme e partite Iva: ecco chi può richiederli