Lui di Varese, lei di Cuneo, si erano conosciuti in un gruppo whatsapp

E’ quanto accaduto a Varese, protagonisti due tredicenni che si erano conosciuti in un gruppo whatsapp. Lui le aveva fatto capire che si sarebbe suicidato entro le 14 del giorno dopo per seguire le richieste di una pericolosa challenge.

Un gioco autolesionista che si sarebbe concluso col suicidio del ragazzino se l’amica non avesse prontamente avvertito la madre che ha dato l’allarme.

L’intervento della polizia postale è stato determinante per evitare il dramma. Dopo aver verificato l’account del ragazzo e la pericolosità di quanto stava accadendo, è stata avvisata la madre del ragazzo che si trovava fuori città per lavoro. Le forze dell’ordine sono allora intervenute ed hanno messo in sicurezza il ragazzo.

Il caso è stato segnalato ai servizi sociali e alla procura presso il tribunale dei minori di Milano.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

 


Giallo a Faenza, trovata morta Ilenia Fabbri in una pozza di sangue (VIDEO)

Bordeaux: esplosione in un palazzo, un morto e un ferito grave