E’ ancora in calo l’Rt nazionale, e si attesta a 1,1 mentre la scorsa settimana era ad 1,27. Lo dicono i dati del monitoraggio Iss-Ministero della Salute all’esame oggi della cabina di regia, che evidenziano una tendenza al ribasso ormai in atto già da alcune settimane. LItalia, dunque, resta tutta bianca. Non sarebbe più previsto, infatti, un cambio di colore per la Sicilia da bianco a giallo come inizialmente pronosticato, poichè i parametri sarebbero ancora dentro le soglie.

Sono 18 le Regioni classificate a rischio moderato. Le restanti 3 Regioni (Lombardia, Veneto e Lazio) risultano classificate a rischio basso, secondo i dati contenuti nella bozza del monitoraggio Iss-Ministero della Salute. Inoltre nessuna Regione e provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica, ma i tassi salgono: in intensiva aumento al 4,9% (rilevazione giornaliera ministero), da 322 ricoverati (10 agosto) a 423 (17 agosto), in aree mediche a 6,2% (da 2.880 a 3.472); in 12 Regioni/PA allerte di resilienza. Nessuna con molteplici allerte.

Resta sostanzialmente stabile l’incidenza dei contagi per 100 mila abitanti in Italia: l’incidenza e’ a 74 casi ogni 100 mila abitanti nella settimana 13-19 agosto, contro 73 della settimana precedente e 68 di quella ancora antecedente.

Secondo la bozza del monitoraggio Iss-ministero della Salute una più elevata copertura vaccinale e il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Coppia lascia bimba di 8 mesi in macchina con 35 gradi e va a pranzo con la sorellina di 3 anni

Addio a Nicoletta Orsomando, volto noto della TV