L’ennesimo dato sconcertante per quanto riguarda l’organizzazione made in Italy arriva dalle nostre carceri, che stando ai dati contenuti nel rapporto del Consiglio d’Europa ‘Space’ si rivelano le più sovraffollate d’Europa. 

Lo studio, condotto ogni anno per monitorare la situazione delle carceri in Europa e non solo, si avvale di dati di ogni genere, come la durata delle pene, la quantità di posti disponibili, la percentuale di arresti etc. ha segnato come sovraffollamento più critico tra gli studiati quello delle carceri turche, in cui 127 carcerati vivevano negli spazi studiati per 100 posti a gennaio 2020, periodo in cui sono stati raccolti i dati.

L’Italia maglia nera europea con 120 detenuti ogni 100 posti. Tuttavia, il nostro paese non è l’unico in una situazione di sovraffollamento. Nello stesso periodo in Belgio c’erano 117 detenuti per ogni 100 posti, in Francia e a Cipro 116, in Ungheria e in Romania 113, in Grecia e in Slovenia 109.

Per eludere il problema, anzi per eliminarlo, Marcelo Aebi, professore responsabile per il rapporto Space, ha mostrato due possibili vie di uscita. La prima sarebbe “ridurre la durata delle pene” in modo da fluidificare il flusso di entrate e uscite. L’altra sarebbe  “costruire più prigioni”, anche perché, sostiene Aebi, “le amnistie, come quella del 2006, non risolvono il problema”.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti immagine: Shutterstock.com

TAG:
carceri Europa

ultimo aggiornamento: 09-04-2021


Svolta nel caso del cameraman Mario Biondo, nuovi accertamenti rivelano: “Non fu suicidio, non era solo in casa al momento della morte”. Torna prepotente l’ombra dell’omicidio

Coronavirus, Sardegna e Sicilia isole Covid-free: i presidenti scrivono a Draghi