Lo scorso venerdì Maradona era allo stadio, del Gimnasia La Plata, per la partita vinta dai suoi contro il Patronato. Non si tratta di Coronavirus. Secondo i media locali, lo scopo del ricovero è precauzionale

Maradona ricoverato

Diego Armando Maradona è stato ricoverato, nella tarda serata italiana, in una clinica di La Plata in Argentina. Il “Pibe de Oro”, che ha da poco compiuto i 60 anni (30 ottobre), è finito in ospedale ma non per cause legate al Covid-19. Gli ultimi test ai quali l’ex calciatore si era sottoposto, infatti, avevano dato esito negativo. L’allenatore, che venerdì scorso si trovava allo stadio per la partita dei “suoi ragazzi” contro il Patronato (vinta per 3-0), era sembrato indebolito necessitando, addirittura, di assistenza per camminare. Il medico del “Diez” non ha ancora rilasciato dichiarazioni a riguardo. In realtà, stando alle voci che corrono oltreoceano, pare che all’origine del ricovero ci possa essere uno stato anemico, oltre che una complessa situazione psicofisica. Alcool, paura della pandemia, problemi personali e familiari, tutto potrebbe (in qualche modo) aver contribuito al malore. Non si tratta, dunque, di un possibile caso di Coronavirus, né tantomeno di una procedura d’emergenza. Il ricovero di Maradona dovrebbe durare qualche giorno.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

TAG:
Diego Armando Maradona Maradona ricoverato

ultimo aggiornamento: 03-11-2020


Coronavirus, muore Luisa Mandelli: moglie e musa ispiratrice di Guido Crepax

Turismo, voucher legittimi per i viaggi annullati