I bambini spesso sviluppano il Covid-19 in maniera asintomatica ma come riportato da Focus Tech, una studio rivela che possono essere colpiti da una sindrome post contagio chiamata MIS-C o sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica.

La sindrome può risultare grave e letale anche in seguito ad un contagio particolarmente leggero. Si tratta di una grave infiammazione estesa a molte zone del corpo, dal cuore ai polmoni passando dai reni, cervello, pelle, occhi e altro ancora.

Le parole di Alvaro Moreira, neonatologo del Centro di scienze della salute dell’Università del Texas, destano particolare preoccupazione: “I bambini non hanno bisogno di mostrare i classici sintomi delle vie respiratorie superiori di Covid-19 per sviluppare MIS-C, il che è spaventoso. Potrebbero non avere sintomi e poche settimane dopo, potrebbero sviluppare questa infiammazione esagerata nel corpo. Può essere letale perché colpisce più sistemi di organi. Che si tratti del cuore e dei polmoni, del sistema gastrointestinale o del sistema neurologico, ha così tanti volti diversi che inizialmente è difficile da capire per i medici. I bambini mostrano tipicamente sintomi di MIS-C tre o quattro settimane dopo l’infezione da Covid-19 e molti progrediscono rapidamente in shock e insufficienza cardiorespiratoria.”

Secondo questo studio, la sindrome MIS-C provoca un tasso dell’1,7% di mortalità ovvero ben più alto del Covid-19 stesso.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

 


Viaggi all’estero, ecco cosa cambia col nuovo DPCM

Primo bambino positivo dalla riapertura della scuola, ecco cosa succede ora