Cominciano oggi 2 gennaio i saldi invernali, che per effetto dell’emergenza Coronavirus quest’anno procederanno a scaglioni, prima in alcune regioni poi in altre, dove inizieranno solo a fine gennaio. Le prime a dare il via ai saldi, a partire da domani 3 gennaio, saranno Basilicata, Valle d’Aosta e Molise, dunque ancora in piena zona rossa.

Dal 7 gennaio sarà la volta di Lombardia, Piemonte e Sicilia. L’Umbria partirà il 9, il Lazio il 12, il 16 le Marche e la Provincia Autonoma di Bolzano (nei Comuni non turistici). I saldi arriveranno solo a fine mese, invece, in Liguria, il 29, e in Emilia Romagna, Toscana, e Veneto il 30 gennaio. In queste ultime regioni però è stato possibile effettuare vendite promozionali già nei 30 giorni precedenti. Infine, per comprare in saldo nei comuni turistici della Provincia Autonoma di Bolzano bisognerà attendere il 13 febbraio. La durata del periodo di saldi sarà variabile: si va dalle 4 settimane della Toscana, fino ai 2 mesi di diverse Regioni.

Gli acquisti in saldo, secondo la Confcommercio, interesseranno oltre 15 milioni di famiglie e ogni persona spenderà circa 110 euro. Quest’anno, inoltre, per effetto della pandemia, muoveranno 1 miliardo in meno dello scorso anno, per un totale di 4 miliardi di euro contro 5.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Confcommercio saldi

ultimo aggiornamento: 02-01-2021


Mattia, il supereroe dei bimbi in corsia che regala sorrisi e speranze: “Sono il vostro amichevole Spiderman di quartiere” VIDEO

Dalmine, ucciso con un colpo alla testa ex segretario della Lega