“Niente di così importante” è il primo singolo di Scuro, disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 22 novembre.

Si avvia così un nuovo percorso per l’artista salentino che si presenta al pubblico con un progetto solista dopo anni di esperienze in modalità band. “Niente di così importante” è quasi un paradosso, dopo tanta attesa, tanto lavoro e tanta voglia di rimettersi in gioco. L’uscita del singolo fa da lancio al primo EP che uscirà a metà dicembre e che conterrà 6 brani.

Un riff ipnotico, un suono percussivo quasi tribale: è così che il brano cattura fin dall’inizio con le sue sonorità misteriose e cupe. Il tappeto sonoro è un crescendo che va ad esplodere rivelando la vena bluesy e rock del musicista, ma in un contesto moderno; la ritmica pesante e le chitarre elettriche si mescolano all’elettronica concettuale. Ai synth c’è la preziosa collaborazione di Errico “Ruspa” Carcagni, mentre l’ambientazione sonora è stata curata, insieme alla scrittura del brano, con il producer Emenél, molto attento ai suoni nordeuropei e all’avanguardia. Il brano è stato mixato e masterizzato in Overloud Studio a cura di Adriano “Sure” Sicuro.

La voce è urlata, quasi al limite delle possibilità; l’anima viene tirata fuori del tutto. I disagi vengono tirati fuori con forza fino alla fine affinché possano arrivare ad essere davvero “niente di così importante”, anche se in fondo un segno irrimediabile lo lasciano sempre. È questo il mood del brano: ricominciare e  rialzarsi combattendo i dubbi e le difficoltà fino a non sentire quasi più le ferite.

VIDEO UFFICIALE

Il videoclip, ideato dall’artista insieme al regista Guglielmo Bianchi, rappresenta il modo in cui le nostre paure prendono forma e rivela il modo in cui vengono scacciate via. Un racconto quasi claustrofobico, un viaggio all’interno di sé stessi per superare i propri punti deboli. Ma anche un dettaglio sulla difficoltà di comunicare e interagire, sull’attenzione che ognuno dedica solo a sé, tipica dei nostri tempi. L’idea trae spunto da un romanzo di Josè Saramago da cui il videoclip prende libera ispirazione e interpretazione.

BIOGRAFIA

Musicista,  cantante, compositore e autore. Stefano Scuro dimostra attitudine e amore per la musica fin dalla tenera età e inizia a studiare chitarra a 15 anni; negli stessi anni fa esperienza nel suo primo gruppo, gli Stonehenge, in cui successivamente inizia anche a cantare, esibendosi in giro per il Salento.  A 17 anni scrive le prime canzoni  e con la band registra un demo (su nastro) che va a proporre alle etichette discografiche, andando in giro in camper per l’Italia, la Germania e la Francia. Negli anni successivi prende dimestichezza con il live e lo strumento, suonando in varie cover band della sua zona e  musicando delle performance teatrali locali, e dopodiché concretizza un nuovo progetto con cui proporre nuove canzoni, i Logo.

LOGO

Con  il primo demo realizzato in formazione Logo esordisce al Mei di Giordano Sangiorgi e al Roxy Bar di Red Ronnie. Si esibisce anche al Motorshow, al Rolling Stone e in piazza Duomo a Milano e in varie date in giro per l’Italia, aprendo i concerti di Neffa, Roy Paci, Steve Rogers Band, Paolo Benvegnù, Velvet, Malfunk e tanti altri. Nel 2008 in collaborazione con Rock Tv, in cui è ospite in varie trasmissioni, vince il contest del Jack Daniel’s Tour Italia che fa volare i Logo negli USA, a Nashville, dove si esibiranno insieme a Hard-Fi e Mick Jones dei Clash. Nel 2009 con il  brano “Nei Tuoi Passi” è finalista a SanremoWeb e ospite sul palco dell’Ariston, con un’esibizione live anche al Casinò.  Nel 2010 pubblica il primo album dei Logo in digitale per Pirames International.

MOODS

Conclusa l’esperienza con i Logo, torna a scrivere dei brani con i Moods, un’altra band di cui fa parte e con cui pubblica un album (“Wailing”) che nei primi giorni è al primo posto della chart italiana di “Elettronica” su I-Tunes. Nel 2015 vince il contest del RockinRoma, uno dei più grandi e prestigiosi festival d’Italia e d’Europa guadagnando l’esibizione all’ippodromo delle Capannelle di Roma sul palco dei Chemical Brothers. La dimensione live lo premia ancora regalandogli dei concerti sul palco di artisti del calibro di Subsonica e Prodigy.  Con i Moods riceve anche delle gratificazioni dal web: il sito della band riceve 10 premi su 10 da una giuria internazionale che lo inserisce tra i 30 siti del 2016 migliori al mondo e uno dei video pubblicati su Youtube riceve una menzione al Soundlook Music Video Fest.

SCURO

Al momento lavora alla realizzazione del primo album da solista con il solo cognome, Scuro. Lavora, inoltre, come chitarrista e arrangiatore, collaborando con artisti come Emenél e Junior-V, su cui ha suonato le chitarre, e come Turco, di cui è chitarrista e bassista, e Cool Plecs, il duo che forma con Marta De Giuseppe alla voce.

TESTO | Niente di così importante

Cos’è quel ricordo infame

Cos’è che nascondo male

È lei quel punto da lontano

È lei in piedi sopra questo uragano

Vorrei ma non lo so spiegare

Vorrei potermi salvare

Dimenticare o no

Non basterà, non servirà più a niente

Non basterà mai riconsegnarti al niente

Inutile gridare forte

Non basterà mai sottrarti alla mente

Inutile gridare forte

Non fa più male, non fa più male

E so che non ci sarà più nessuno ad aspettare

fuori dalle mie paure

fuori dalle mie paure

Non basterà mai riconsegnarti al niente

Inutile gridare forte

Non basterà mai sottrarti alla mente

Inutile gridare forte

Non è niente di così importante

No, niente di così importante

Clicca qui per mettere “Mi piaceal mio BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS